Giuseppe Liotta

Giuseppe Liotta, trovato medico scomparso

intopic.it feedelissimo.com  
 

Giuseppe Liotta trovato il medico scomparso. Ieri 9 novembre si perdono le speranze di ritrovare in vita Giuseppe Liotta, un pediatra di 40 anni scomparso nel nubifragio di sabato scorso in Sicilia.

Il corpo del pediatra, di cui si perdono le tracce nel nubifragio di 7 giorni fa, è ritrovato a 8 km dall’auto.

Il maltempo in Sicilia ha provocato ingenti danni a persone, case, luoghi e all’agricoltura. Tra le e vittime un’intera famiglia, una coppia di tedeschi e un benzinaio.

Giuseppe Liotta, pediatra trova la morte nel tentativo di fare il suo dovere

Il maltempo in Sicilia torna a far parlare di sé. Dopo le piogge, che hanno causato nubifragi ed esondazioni, si contano i danni preoccupanti a case, luoghi ed anche agli agricoltori.

Ma soprattutto, il maltempo, porta con se gravi conseguenze all’animo delle persone che oggi, tristemente contano i morti.

Sale a 13 il numero delle vittime della perturbazione che in Sicilia, a causa dei forti temporali perdono la vita.

E ieri, si dissipano tutte le speranze di trovare in vita l’unico che mancava all’appello. Giuseppe Liotta, un pediatra di 40 anni, il cui corpo rinvenuto nella serata di ieri è trovato senza vita presso un vigneto in Roccamena (Pa).

Il cadavere del giovane medico è stato ritrovato dai Vigili del Fuoco in un avvistamento in elicottero.

Il corpo senza vita del pediatra, scomparso nella notte di sabato scorso è stato rinvenuto dopo lunghe ricerche. Ricerche intense, battute a tappeto. Che dopo ben 5 giorni, permettono di ritrovare l’uomo ad 8 km dal punto in cui è stato rinvenuto il suo veicolo.

L’uomo non aveva con sé né il portafoglio né il cellulare.

Il percorso effettuato dai Vigili del Fuoco è ottenuto grazie al TAS 2 (topografia applicata al soccorso).

Ad un chilometro dal cadavere, poco prima è ritrovata la sua scarpa. Il tronco, ritrovato in un vigneto versa in uno stato terribile. Martoriato dalle forti correnti che, molto probabilmente lo hanno ridotto in quelle condizioni a causa del percorso del fiume attraverso le rocce.

Il cadavere, senza una gamba fa ipotizzare proprio questo e cioè che probabilmente si sia incastrato tra le rocce. La stessa acqua conseguentemente lo ha liberato.

I Funerali di Giuseppe Liotta

La procura di Termini Imerese apre un’indagine contro ignoti. Sul luogo del ritrovamento sopraggiungono la moglie e i familiari, compresi gli amici del medico. Intanto l’autopsia disposta per Giuseppe Liotta ha evidenziato la morte per annegamento.

Giuseppe Liotta era un medico con un forte senso del dovere, al quale avevano sconsigliato, causa maltempo di recarsi al lavoro. Ma egli pur di fare la cosa giusta, non se ne cura e purtroppo non ce la fa.

La Sicilia è il lutto, domani sarà dato l’estremo saluto al giovane pediatra.

Chiusa nel cordoglio per il suo eroe, il silenzio di una regione che grida il suo dolore.

Domani nella chiesa di San Vincenzo in via dei Quartieri a Palermo, alle ore 10:30 si svolgeranno i funerali. Intanto la procura di Termini Imerese è già sul posto da diversi giorni per ispezionare il luogo del ritrovamento. Continua l’indagine per gli altri fascicoli allegati.

Intanto è giallo sulla villa di Casteldaccia. I superstiti della disgrazia, ovvero i familiari delle vittime che si sono salvati dall’esondazione del fiume Milicia, sostengono che l’atto di demolizione non è mai arrivato, così pure nessuna comunicazione.

Sì attende l’esito delle indagini da parte della procura.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Stefania Di Francescantonio

Avatar
Stefania nasce nel lontano 1978. Da sempre è una persona poliedrica, che nella sua vita si è occupata di diverse cose. E’ riuscita a coltivare più hobby contemporaneamente. Uno di questi, ad esempio è la passione per i fumetti che, tra l’altro, l'hanno introdotta al mondo dell'arte e della pittura, lasciandole privilegiare il settore umanistico. Tra questi, spicca la passione per la scrittura e per la poesia, iniziata già in tenera età, tra racconti vari e piccole citazioni che accumulava su pagine e pagine di quaderni, anche quando era poco più che bambina. Dinamica come una valchiria, ha da sempre capacità da Leadership, per la sua intraprendenza e la formazione lavorativa che già in passato l’ha vista amministratore di un’azienda. Quindi, oltre a essere eclettica ha da sempre reso duplice la sua personalità che è caratterizzata da una sensibilità innata, tipica degli artisti e, “diciamo” degli scrittori; ma al tempo stesso, di quel lucido raziocinio che, se vogliamo, converte anche in quel cinismo che caratterizza le persone calcolatrici. Da sempre è appassionata di lettura e di letteratura, che fanno emergere in lei l’interesse più profondo verso piccoli racconti, a volte macabri o dell'orrore, svelando una vena giallista che sfocia in un’ironia quasi contemplativa. Altre volte, con tematiche più attuali, o più intimistiche che hanno fatto subire a questi suoi interessi, un'evoluzione che l'hanno portata a scrivere, attualmente, anche di tecnologia, scienza, medicina e, nello specifico anche di cucina (essendo appassionata). Il connubio fra l’esperienza e, un congenito fattore pragmatico, sono l’essenza stessa della sua realtà, un’apoteosi incontrovertibile. Per la biografia si ringrazia M.M.