gli adolescenti e le sigarette

Gli adolescenti e le sigarette: la prima volta a 12 anni

intopic.it feedelissimo.com  

Gli adolescenti e le sigarette: la prima volta a 12 anni. Pubblicati i numeri dello studio nazionale ESPAD®Italia condotto dall’Istituto di fisiologia clinica del Cnr

Sono quasi un milione e 100mila gli studenti italiani tra i 15 e i 19 anni che hanno fumato nel 2018: questo è il rapporto tra gli adolescenti e le sigarette.

Il consumo inizia quindi in età adolescenziale; infatti quasi in 100mila hanno provato il fumo prima dei 12 anni.

In tutto questo però pare ci sia un aspetto positivo: pare infatti che, grazie a campagne di prevenzione e dissuasione, per i giovani è più difficile reperire sigarette.

In numeri, questa difficoltà è passata dall’83,3% nel 1999 al 46,3% nel 2017.

Commenta quindi Sabrina Molinaro, ricercatrice Cnr-Ifc e responsabile dello studio:

Tale diminuzione potrebbe rappresentare un effetto delle restrizioni normativo-culturali in merito al fumo.

Anche se in modo speculare cresce la valutazione di “abbastanza facile”, dal 10% (2002-2004) al 23% (2016-2017).

Tuttavia, mentre continuano a diminuire le prevalenze di fumo di sigaretta, cresce l’attrazione di altri consumi della nicotina, come la sigaretta elettronica e quella senza combustione.

L’e-cig infatti è stata “provata” almeno una volta nella vita dal 33% nel 2013 (primo anno di rilevamento) e dal 37,9% nel 2018.

Spiega in merito Sabrina Molinaro:

Il boom delle sigarette elettroniche in Italia si è registrato nel 2012, e dal 2013 rileviamo il dato di consumo nella popolazione studentesca.

Possiamo affermare che, nonostante il consumo di tabacco in forma di sigarette sia in costante diminuzione, non lo è affatto il consumo di nicotina.

Gli adolescenti e le bionde, i numeri del 2018

Lo studio ha dunque stimato che il 56,9% degli studenti, nel corso del 2018 hanno fatto il loro primo tiro con un andamento in calo costante dal 2000, quando rappresentavano il 67,5%.

Le rilevazioni ESPAD®Italia hanno inoltre registrato che, tra il 1999 e il 2018, il consumo di nicotina inizia generalmente in età adolescenziale.

In realtà si è notato che nel tempo la tendenza a provare la sigaretta oltre i 15 anni, ma le percentuali più alte sono quelle di chi ha avuto la prima esperienza di fumo a 14 anni.

Sono cioè 100mila studenti a provare addirittura prima dei 12 anni, anche se nel 2018 la loro percentuale scende al minimo storico di 6,8 % (il massimo di 11,5% si toccò nel 2003).

La ricerca ha altresì rilevato altre forme di consumo del tabacco come:

  • pipa ad acqua (shisha), dichiarata dal 5,6% dei ragazzi,
  • tabacco da sniffo o da fiuto dal 3,3%,
  • sigarette senza combustione, le Heat Not Burn (HNB) che hanno conquistato 130mila adolescenti, il 5% della popolazione studentesca.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Avatar
Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.