Gravi disturbi cerebrali nelle persone con il Coronavirus

Gravi disturbi cerebrali nelle persone con il Coronavirus

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com
 

Gli scienziati hanno avvertito che il Coronavirus può comportare anche gravi, se non fatali disturbi cerebrali. In particolare sono stati riscontrati gravi disturbi cerebrali nelle persone colpite lievemente dal Covid-19 o che sono in via di guarigione. I neurologi hanno pubblicato mercoledì un report di oltre 40 pazienti del Regno Unito affetti da Covid-19. In particolare hanno analizzato quei pazienti le cui complicanze andavano dall’infiammazione cerebrale e dal delirio ai danni ai nervi e all’ictus. In alcuni casi, il problema neurologico rappresentava il primo e principale sintomo del paziente. I casi, pubblicati sulla rivista Brain, hanno rivelato un aumento di una condizione pericolosa per la vita chiamata encefalomielite acuta disseminata (Adem). All’Istituto di Neurologia dell’UCL, i casi di Adem sono aumentati da uno al mese prima della pandemia a due o tre alla settimana ad Aprile e Maggio. Una donna, che aveva 59 anni, era morta per le complicazioni dell’infezione.

Gravi disturbi cerebrali nelle persone con Covid-19: quali pericoli ci sono?

Diversi pazienti avevano un’infiammazione del sistema nervoso centrale. Dieci di essi avevano una malattia del cervello con delirio o psicosi. Otto avevano ictus e altri otto avevano problemi ai nervi periferici, principalmente diagnosticati come sindrome di Guillain-Barré. Si tratta di una reazione immunitaria che attacca i nervi e provoca la paralisi . Di solito, risulta fatale nel 5% dei casi. “Stiamo vedendo cose nel modo in cui Covid-19 colpisce il cervello che non abbiamo mai visto prima con altri virus“, ha affermato Michael Zandi, autore senior dello studio e consulente presso l’istituto e della fondazione NHS dell’University College London Hospitals.

Quello che abbiamo visto con alcuni di questi pazienti con Adem e in altri pazienti è che puoi avere una neurologia grave, ma in realtà hai una malattia polmonare banale“, ha aggiunto. “Biologicamente, Adem ha alcune somiglianze con la sclerosi multipla, ma è più grave e di solito si presenta come una tantum. Alcuni pazienti restano con disabilità permanente. Altri, invece, possono guarire“. Questo potrebbe preoccupare i pazienti, che dopo essere guariti si sono già ritrovati senza gusto ed olfatto. Non riescono letteralmente a sentire alcun odore e alcun sapore.

La storia di alcuni pazienti

Una paziente affetta da coronavirus descritta nel documento, una donna di 55 anni senza malattie psichiatriche pregresse, ha iniziato a comportarsi in modo strano il giorno dopo essere stata dimessa dall’ospedale.

Indossava ripetutamente il cappotto, se lo toglieva e aveva le allucinazioni. Riferiva di aver visto scimmie e leoni in casa sua. È stata riammessa in ospedale e gradualmente è migliorata con i farmaci antipsicotici. Un’altra donna, di 47 anni, ha subito un ricovero in ospedale per mal di testa e intorpidimento nella mano destra una settimana dopo la comparsa di tosse e febbre. In seguito è diventata sonnolenta, senza reagire ad alcuno stimolo. Ha richiesto un’operazione di emergenza per rimuovere parte del suo cranio per alleviare la pressione sul suo cervello gonfio.

Vogliamo che i medici di tutto il mondo siano attenti a queste complicanze del coronavirus“, ha affermato Zandi. Ha invitato medici e operatori sanitari con pazienti con sintomi cognitivi, problemi di memoria, affaticamento, intorpidimento o debolezza, per discutere il caso con i neurologi. “Sembra che il cervello sia coinvolto in questa malattia“. L’intera gamma di disturbi cerebrali causati da Covid-19 potrebbe non essere ancora stata rilevata, poiché molti pazienti negli ospedali sono gravemente malati per essere esaminati con scanner cerebrali o con altre procedure. “Ciò di cui abbiamo davvero bisogno ora è una migliore ricerca per vedere cosa sta realmente succedendo nel cervello“, ha detto Zandi.

Via

Fonte immagine copertina: Pixabay

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Avatar
Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com