I cibi post feste

I cibi post feste, cosa mangiare?

 

I cibi post feste, cosa mangiare? Natale e nono solo: dicembre è il mese dei bagordi anche a tavola ma, ci sono dei giorni in cui si può mangiare più “tranquillamente”

Nonostante il Covid ha limitato le grandi tavolate, le buone abitudini e tradizioni gastronomiche non sono mutate ma quali i cibi post feste?

Perché è anche giusto dare allo stomaco momento di tregua attraverso l’assunzione di alimenti più salutari; ma quali sono i più idonei?

Ad esempio, il 31 a pranzo si può pensare a pranzo leggero con dei finocchi in pinzimonio, una o due uova al tegamino, della cicoria lessata o ripassata in padella con aglio olio e peperoncino.

Negli altri giorni invece, a cena, funzionano molto i cibi alleati del benessere, come i carciofi, magari da fare crudi (solo il cuore) in insalata tagliati sottilissimi e lasciati marinare olio e limone per circa 2 ore.

Così come il 27 si possono preparare per pranzo e cena gustosi piatti a base di verdure.

Gemma Fabozzi, nutrizionista responsabile del centro B-Woman per la salute della donna di Roma, dà anche preziosi consigli sui dolci:

Durante le feste, periodo in cui le nostre case si riempiono di dolci, meglio mangiarli a colazione invece che dopo un pranzo o una cena.

Un alleato importante inoltre si trova nell’ananas: ricca di bromelina, enzima che aiuta nella digestione delle proteine.

Depurarsi dopo le feste, cosa mangiare? Ecco un elenco di alimenti che ci vengono in aiuto:

  1. Zenzero: depurare l’organismo, digerire e combattere la nausea,
  2. Cavoletti di Bruxelles: ricchi di fibre, vitamine e dei cosiddetti “composti fitochimici“,
  3. Mirtilli rossi: antiossidanti e antinfiammatori, riducono il rischio di malattie cardiache, infarti, pressione sanguigna alta e obesità,
  4. Carciofi: hanno un effetto diuretico, facilitano lo smaltimento delle tossine e purificano l’intestino,
  5. Lenticchie: sono un vero e proprio toccasana contro stitichezza e gonfiore;
  6. Finocchi: depurativi, contengono poche calorie e stimolano la diuresi.

 

Articoli simili: Vino e formaggio aiutano a ridurre il declino cognitivo

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.