La Juventus stenta in campo La Juventus vola grazie a Mbappé

La Juventus stenta in campo e perde il -10% in Borsa

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Fuori dalla Coppa Italia, a rischio Champions League: la Juventus stenta in campo e crolla del 10% in una settimana

 

Milano, 27 Febbraio 2019 – Doppia débâcle e -10% in neanche 7 giorni: la Juventus stenta in campo e crolla a Piazza Affari.

👟 ⚽ 😞 📉


L’Atalanta, nella gara di Coppa Italia del 30 Gennaio 2019, ha sconfitto la Juventus decretandone l’uscita dalla competizione; infatti, le reti bergamasche sono state ben 3 contro le 0 reti segnate dai bianconeri. Una brutta prestazione che ha inciso anche sull’andamento nella Borsa Italiana. Altra partita da dimenticare è la gara d’andata di Champions League a Madrid, sponda Atletico, del 20 Febbraio; anche in questo caso la Vecchia Signora è rimasta a bocca asciutta mentre i madrileni hanno segnato 2 reti. Il colpo si è sentito e la società è crollata del 10% a Piazza Affari in neanche una settimana.


[adrotate banner=”37″]

👟 ⚽ 😞 📉

La Juventus stenta in campo: pesante doppia sconfitta con Atalanta e Atletico Madrid

Non c’è due senza tre ed ora i tifosi bianconeri tremano. Si può dire con tranquillità che il periodo 30 Gennaio – 25 Febbraio non ha portato bene alla zebra piemontese; infatti, i piani, che prevedevano ambiziose mire di vittoria, hanno subito una brusca frenata così come le quotazioni dei Titoli Azionari.

Sicuramente la Coppa Italia non è il titolo più ambito per avere incassi record, ma sia il prestigio che le casse hanno risentito dell’uscita dalla competizione, per mano dell’Atalanta. Ben diverso sarebbe l’impatto finanziario, senza dimenticare quello emotivo, di una precoce dipartita dalla Champions League. Nulla è perduto poiché c’è una gara di ritorno da giocare in casa, per la Vecchia Signora; purtroppo, la sconfitta di Madrid ha già segnato un profondo solco nel grafico dell’andamento della quotazione.

👟 ⚽ 😞 📉

La Juventus stenta in campo e crolla a Piazza Affari

I dati sono ormai certi e scritti in maniera indelebile: la sconfitta di Coppa Italia ha pesato sul valore delle azioni juventine; se mercoledì 30 Gennaio 2019 un’azione valeva 1,4190 euro, il successivo venerdì 08 Febbraio prezzava 1,2690. Quindi, in soli 8 giorni le azioni societarie hanno perso circa il 10%.

Gli investitori sembrava avessero digerito la prima delusione dell’anno premiando la Juventus; infatti, in data 20 Febbraio u.s., giorno della gara di Champions League, il valore di un’azione quotava 1,4490 euro. Successivamente, la sconfitta in casa dell’Atletico Madrid ha lasciato un segno netto non solo nelle statistiche sportive ma anche nella contrattazione di borsa; dunque, alla chiusura di ieri 26/02/2019, il valore delle azioni si è fermato a 1,297 facendo registrare ancora una volta un calo di circa il 10%.

La Juventus stenta in campo bruciando capitalizzazione, si attende la relazione semestrale di domani 28/02/2019

Non c’è dubbio che lo stadio di proprietà stia portando milioni di euro nei conti dei bianconeri, ma è altrettanto vero che la Juventus ha moltiplicando gli sforzi finanziari. Il recente acquisto record di Cristiano Ronaldo, che appesantisce notevolmente il monte salari, nel caso di esclusione dalla Champions League porterà ripercussioni sul bilancio societario.

Domani, 28 Febbraio 2018, è previsto un evento di sicuro interesse per gli investitori, ovvero, la consueta relazione semestrale. Naturalmente, tra i prossimi impegni di notevole importanza c’è anche la gara di ritorno di Champions League prevista per il 12 Marzo prossimo; infatti, questo è il classico esempio di come una gara valga tutta una stagione sportiva e finanziaria.

Altri articoli di economia sulla pagina del sito.

Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".