Pressione fiscale 2018 sui contribuenti

Pressione fiscale 2018 sui contribuenti italiani oltre 42%

L’Ufficio studi CGIA evidenzia una pressione fiscale 2018 sui contribuenti italiani ben oltre il 42% ufficiale

 

Mestre, lì 16 luglio 2019 – In Italia la pressione fiscale 2018 reale grava sui contribuenti per una percentuale molto più alta del 42%.

 


L’Ufficio studi CGIA ha posto sotto la lente di ingrandimento il sistema tributario e, quindi, il peso che grava sui contribuenti italiani; dunque, ha stimato la pressione fiscale per coloro che versano fino all’ultimo centesimo la tutte le tasse, le imposte ed i contributi richiesti dall’Amministrazione pubblica. Se da un lato ci sono meno tasse dall’altro, invece, si nota che sono aumentate le tariffe. Come noto, ormai da decenni, a penalizzare l’economia italiana c’è anche l’economia sommersa cosiddetta “nero“; infatti, la pressione fiscale si calcola con il rapporto tra le entrate fiscali ed il PIL. Sempre secondo l’Ufficio studi CGIA è molto probabile che nel 2019 la pressione fiscale salga.


Leggi di più a proposito di Pressione fiscale 2018 sui contribuenti italiani oltre 42%

 
No alla Procedura infrazione

No alla Procedura infrazione:spread giù, Borsa e Btp sù

Con il Decreto Legge arriva il no alla procedura infrazione: spread giù, Borsa Italiana e BTP sù. L’elezione di Dadid Sassoli dà fiducia.

Milano, lì 03 luglio 2019 – Nessuna procedura infrazione:spread giù, bene la Borsa Italiana ed anche il BTP.

 


Respirano i vertici del Governo Conte che hanno trovato la soluzione giusta per evitare la procedura d’infrazione. Così si alleggerisce la tensione sull’Italia, scende lo spread e salgono la Borsa Italiana e la quotazione del BTP decennale. L’elezione di David Sassoli a Presidente del Parlamento europeo rafforza la presenza italiana in europa e infonde fiducia per il futuro.


Leggi di più a proposito di No alla Procedura infrazione:spread giù, Borsa e Btp sù

Disoccupazione del mese di maggio 2019

Disoccupazione del mese di maggio 2019 ai minimi

L’Istat fotografa il tasso di disoccupazione del mese di maggio 2019 ai minimi dal 2012

Roma, lì 02 luglio 2019 – Continua il trend al ribasso, così dopo 7 anni la disoccupazione del mese di maggio 2019 torna sotto la doppia cifra.

 


Ancora in calo la disoccupazione che, dopo la rilevazione del mese di maggio, scende sotto la doppia cifra. La variazione con segno negativo vale 0,2% rispetto al precedente mese di aprile. Così l’Istat riporta che si è tornati al tasso di disoccupazione registrato nel 2012; quindi, sono stati necessari ben 7 anni per tornare sotto il livello del 10%. Scende anche la disoccupazione giovanile, mentre gli uomini risultano avvantaggiarsi particolarmente di questo periodo di ripresa.


Leggi di più a proposito di Disoccupazione del mese di maggio 2019 ai minimi

Occupazione 1^trimestre 2019 Tendenze dell'occupazione nel 4 trimestre 2018

Occupazione 1^trimestre 2019 e reddito di cittadinanza

Dati sull’occupazione 1^trimestre 2019 in miglioramento, reddito di cittadinanza respinto nel 26% dei casi 

Roma, 30 giugno 2019 – Positivo l’andamento dell’occupazione 1^trimestre 2019, mentre il reddito di cittadinanza viene negato al 26%.


L’Italia che cerca uno stipendio si divide tra occupazione e reddito di cittadinanza. L’andamento del mercato del lavoro, nel periodo relativo al 1^ trimestre 2019, mostra segni di crescita. Particolarmente incoraggiante è il dato delle assunzioni con contratto a tempo indeterminato. L’importo medio del reddito di cittadinanza è ben sotto i 700 euro netti mensili ed il 26% delle richieste viene rifiutato.


Leggi di più a proposito di Occupazione 1^trimestre 2019 e reddito di cittadinanza

Approvato il bilancio 2018 Enel ed il dividendo

Approvato il bilancio 2018 Enel ed il dividendo

Gli azionisti hanno approvato il bilancio 2018 Enel ed il dividendo in pagamento a luglio 2019

 

Roma, lì 20/05/2019 – A conclusione dell’esercizio è stato approvato il bilancio 2018 Enel e definito il dividendo.

 


Concluso l’esercizio 2018 l’Enel ha pubblicato il bilancio portato all’approvazione degli azionisti ed ha anche definito il dividendo a saldo dello stesso anno. Inoltre, la società ha previsto un buyback della durata di un anno e mezzo, nonché rinnovato il Collegio Sindacale.


Leggi di più a proposito di Approvato il bilancio 2018 Enel ed il dividendo

Pinterest delude nel 1 trimestre 2019 Pinterest Inc accelera i tempi della quotazione

Pinterest delude nel 1 trimestre 2019: tensione sul titolo

Nel listino dello S&P 500 il titolo è preda delle tensioni post report infatti Pinterest delude nel 1 trimestre 2019

San Francisco, 19 maggio 2019 – Pinterest delude nel 1 trimestre 2019 ed il titolo crolla.


Il titolo Pinterest Inc (Pins sul NYSE) presenta dei dati poco rassicuranti così gli investitori innescano la montagna russa; dunque, la quotazione in Borsa del social delle immagini crolla per poi scambiare nervosamente per tutta la giornata. Ricordiamo che i vertici del colosso di San Francisco avevano accelerato i tempi per entrare nel listino dello S&P 500 il prima possibile; dunque, in cerca di capitale fresco il mese scorso è avvenuta l’offerta pubblica iniziale (termine tecnico IPO). Ora la platea degli investitori ha deciso di alleggerire il peso del titolo azionario all’interno del portafogli finanziario.


Leggi di più a proposito di Pinterest delude nel 1 trimestre 2019: tensione sul titolo

Risultato di esercizio 2018 gruppo Cattolica

Risultato di esercizio 2018 gruppo Cattolica e dividendo

Record per risultato di esercizio 2018 gruppo Cattolica Assicurazioni e dividendo in crescita del 14%

 

Verona, lì 15/05/2019 – Risultato di esercizio 2018 gruppo Cattolica Assicurazioni da record ed il dividendo cresce del 14%.

 


Il risultato di esercizio 2018 del gruppo Cattolica Assicurazioni premia il progetto, con soddisfazione dell’Amministratore delegato che commenta i dati di bilancio. Inoltre, gli azionisti ne trarranno beneficio grazie allo stacco del dividendo con interesse in crescita.


Leggi di più a proposito di Risultato di esercizio 2018 gruppo Cattolica e dividendo

Bilancio 2018 Terna

Bilancio 2018 Terna e dividendo in pagamento a giugno

Approvato il Bilancio 2018 Terna con delibera del dividendo in pagamento a giugno 2019

 

Roma, lì 13/05/2019 – Approvato e pubblicato il bilancio 2018 Terna con delibera dividendo a saldo 2018.

 


Si è svolta a Roma, in presenza del Presidente Catia Bastioli, l’Assemblea di Terna con all’ordine del giorno l’approvazione del bilancio al 31/12/2018; dunque, l’Amministratore delegato e Direttore generale Luigi Ferraris ha illustrato l’esercizio appena chiuso giungendo al’approvazione; inoltre sono stati presentati il bilancio consolidato ed il rapporto di sostenibilità 2018. Il consiglio di amministrazione ha, poi, deliberato il valore del dividendo per l’intero esercizio 2018.


Leggi di più a proposito di Bilancio 2018 Terna e dividendo in pagamento a giugno

Unieuro distribuirà un dividendo maggiore nel 2019

Unieuro distribuirà un dividendo maggiore nel 2019

Eccellenti risultati nell’esercizio 2018/19 così Unieuro distribuirà un dividendo maggiore nel 2019

Forlì, lì 13/05/2019 – Grazie all’esercizio in positivo e Unieuro distribuirà un dividendo maggiore nel 2019.

 


La piattaforma e-commerce contribuisce allo sviluppo economico della società, così volano i ricavi e gli altri valori consolidati dell’esercizio 2018/2019. Unieuro ha raggiunto risultati di spicco anche grazie alla controllata, al 100% dal 01/06/2017, Monclick Srl. Alla luce dei risultati particolarmente positivi il CDA ha annunciato un aumento del dividendo; dunque, per i possessori delle azioni potranno godere di maggiori guadagni alla data del pagamento della cedola fissato per il 26/06/2019.


Leggi di più a proposito di Unieuro distribuirà un dividendo maggiore nel 2019

imprenditorialità femminile

Imprenditorialità femminile e occupazione

Imprenditorialità femminile e occupazione: il rapporto è positivo. I risultati dell’indagine Confcommercio Unioncamere “Donne imprenditrici in una economia e in una società che cambia” è il titolo dell’indagine sull’imprenditorialità femminile. Nel rapporto dunque si sottolinea come, in Italia, ad oggi sono 1,3 milioni, in aumento del 2,7% rispetto a 5 anni fa. Un “motore rosa” […]