No alla Procedura infrazione

No alla Procedura infrazione:spread giù, Borsa e Btp sù

Con il Decreto Legge arriva il no alla procedura infrazione: spread giù, Borsa Italiana e BTP sù. L’elezione di Dadid Sassoli dà fiducia.

Milano, lì 03 luglio 2019 – Nessuna procedura infrazione:spread giù, bene la Borsa Italiana ed anche il BTP.

 


Respirano i vertici del Governo Conte che hanno trovato la soluzione giusta per evitare la procedura d’infrazione. Così si alleggerisce la tensione sull’Italia, scende lo spread e salgono la Borsa Italiana e la quotazione del BTP decennale. L’elezione di David Sassoli a Presidente del Parlamento europeo rafforza la presenza italiana in europa e infonde fiducia per il futuro.


Leggi di più a proposito di No alla Procedura infrazione:spread giù, Borsa e Btp sù

 
Occupazione 1^trimestre 2019 Tendenze dell'occupazione nel 4 trimestre 2018

Occupazione 1^trimestre 2019 e reddito di cittadinanza

Dati sull’occupazione 1^trimestre 2019 in miglioramento, reddito di cittadinanza respinto nel 26% dei casi 

Roma, 30 giugno 2019 – Positivo l’andamento dell’occupazione 1^trimestre 2019, mentre il reddito di cittadinanza viene negato al 26%.


L’Italia che cerca uno stipendio si divide tra occupazione e reddito di cittadinanza. L’andamento del mercato del lavoro, nel periodo relativo al 1^ trimestre 2019, mostra segni di crescita. Particolarmente incoraggiante è il dato delle assunzioni con contratto a tempo indeterminato. L’importo medio del reddito di cittadinanza è ben sotto i 700 euro netti mensili ed il 26% delle richieste viene rifiutato.


Leggi di più a proposito di Occupazione 1^trimestre 2019 e reddito di cittadinanza

Mario Draghi chiede credibilità al Governo Conte

Mario Draghi chiede credibilità al Governo Conte

Il Presidente della BCE Mario Draghi chiede credibilità al Governo Conte sulla riduzione del debito pubblico italiano

 

Roma, lì 06 giugno 2019 – Il debito italiano crea tensione, Mario Draghi chiede credibilità al Governo Conte.

 


Come previsto arriva il richiamo all’Italia per la gestione del debito pubblico, in particolare sul rapporto debito/PIL. Si cercano soluzioni per evitare sanzioni e, quindi, un ulteriore svuotamento delle casse italiane. La BCE per bocca del suo Presidente Mario Draghi boccia i minibot e rilancia una politica europea basata sui tassi di interesse ai minimi. Inoltre la BCE apre ad una sensibile agevolazione alle banche che erogheranno prestiti superiori ad un determinato importo.


Leggi di più a proposito di Mario Draghi chiede credibilità al Governo Conte

Nuova emissione di Bot 12 mesi 14 maggio 2019 2020

Nuova emissione di Bot 12 mesi:14 maggio 2019/2020

Nuova emissione di BOT 12 mesi, durata gg. 366, codice ISIN IT0005371890

 

Roma, lì 09/05/2019 – Annunciata una nuova emissione di BOT 12 mesi: 14 maggio 2019-2020.

 


Il MEF annuncia l’emissione dei seguenti BOT e il relativo calendario per le operazioni di sottoscrizione. I BOT sono posti all’asta con il sistema di collocamento dell’asta competitiva.


Leggi di più a proposito di Nuova emissione di Bot 12 mesi:14 maggio 2019/2020

Disoccupazione marzo e inflazione aprile 19

Disoccupazione marzo e Inflazione aprile 19: i dati Istat

L’Istituto di statistica fotografa l’Italia: disoccupazione marzo e inflazione aprile 19 📈

 

Roma, lì 30/04/2019 – Tendenze positive per disoccupazione marzo e inflazione aprile 19.

 


La situazione macroeconomica in Italia mostra una tendenza in leggero miglioramento, nei mesi di marzo e aprile 2019; infatti, la disoccupazione scende ai minimi dal mese di agosto 2018. mentre l’inflazione varca la soglia dell’1%. Tutti i dati tracciano una ripresa che fa ben sperare nel breve/medio periodo.


Leggi di più a proposito di Disoccupazione marzo e Inflazione aprile 19: i dati Istat

Stime preliminari sui prezzi al consumo di Marzo 2019

Stime preliminari sui prezzi al consumo di Marzo 2019

Pubblicate dall’Istat le stime preliminari sui prezzi al consumo di Marzo 2019

Roma, lì 30/03/2019 – In aumento le stime preliminari sui prezzi al consumo di Marzo 2019.

📈 📇


L’inflazione, senza alcun dubbio, è un indice al centro di molte discussioni e dagli aspetti molto controversi. Mentre un segno positivo indica una perdita del potere d’acquisto, un valore negativo o prossimo allo zero rappresenta un’economia ferma. Tutti gli esperti del settore, con i Governi a seguito, hanno posto come punto di riferimento un valore del 2%.

L’Istituto nazionale di statistica (Istat), nel pubblicare le stime preliminari sui prezzi al consumo di Marzo 2019, ha rilevato un dato in ascesa; infatti, dando uno sguardo più in particolare, il parametro mensile è pari a +0,3% mentre quello annuale ha raggiunto +1,0%.


Leggi di più a proposito di Stime preliminari sui prezzi al consumo di Marzo 2019

Italia ed economia mondiale 2019 un equilibrio precario

Italia ed economia mondiale 2019:un equilibrio precario

Italia ed economia mondiale 2019, i dati raccontano un equilibrio precario

 

Roma, 30 Gennaio 2019 – Le prospettive per l’Italia ed economia mondiale 2019: un futuro incerto.

 


I dati parlano chiaro, l’andamento globale e soprattutto l’economia italiana puntano al ribasso: Fondo Monetario Internazionale e Banca d’Italia hanno rivisto le stime. L’outlook manda segnali d’incertezze e quindi di debolezza. Debito pubblico, bassa produttività e scarsi investimenti pubblici rappresentano un ostacolo alla crescita e mettono in difficoltà la capacità di resilienza di un Paese.


Leggi di più a proposito di Italia ed economia mondiale 2019:un equilibrio precario

Economia internazionale nel terzo trimestre 2018

Economia internazionale nel terzo trimestre 2018


Economia sommersa e attività illegali nel 2016Economia internazionale nel terzo trimestre 2018: caratterizzata ancora una volta dalle diverse politiche perseguite dai più influenti Governi centrali. Le ripercussioni sono diffuse in tra i Paesi europei ed influenzano fortemente l’andamento dei mercati finanziari. Tengono banco ancora le tensioni sui dazi e l’economia tedesca che dà segni di affanno ed il rapporto tra Governo Conte ed Unione Europea


Leggi di più a proposito di Economia internazionale nel terzo trimestre 2018

Quattordicesima emissione BTP Italia Novembre 2018

Quattordicesima emissione BTP Italia Novembre 2018

La Quattordicesima emissione BTP Italia Novembre 2018: i dati della nuova emissione relativa al Titolo di Stato per le famiglie Milano – La Quattordicesima emissione BTP Italia Novembre 2018 si chiude con il peggior dato della sua storia; infatti per quanto riguarda la fase di acquisto da parte dei risparmiatori individuali la richiesta è stata […]

Report Istat al 30 Settembre 2018

Report Istat al 30 Settembre 2018 sull’economia italiana

Report Istat al 30 Settembre 2018 sull’economia italiana: i dati su inflazione e disoccupazione


Roma – Report Istat al 30 Settembre 2018 sull’economia italiana


Report Istat al 30 Settembre 2018:  inflazione in Italia a Settembre 2018

L’inflazione in Italia dall’ultimo Report Istat al 30 Settembre 2018 mostra segni di rallentamento; infatti, dopo 4 mesi consecutivi di crescita, a Settembre l’inflazione in Italia, secondo le stime provvisorie dell’Istat, sale dell’1,5% annuo. Quindi il rallentamento mensile si attesterebbe a -0,4%.

Invece nell’euro-zona, sempre a Settembre, l’inflazione  accelera al 2,1% annuo dal 2% di Agosto,come indicano le stime preliminari Eurostat.

Causa principale del sensibile rallentamento dell’inflazione su base annua è la dinamica dei prezzi dei:

  • Beni alimentari non lavorati, la crescita  è passata da +3,1% a +2,4%,
  • Servizi relativi ai trasporti, la crescita è passata da +2,8% di agosto a +2,5%,
  • Beni energetici non regolamentati, che tuttavia continuano ad aumentare da +9,5% a +9,3%.

Al netto degli energetici e degli alimentari freschi l’inflazione e’ rimasta stabile a +0,8%; mentre quella al netto dei soli beni energetici ha registrato una lieve decelerazione da +1,1% a +1,0%.
Leggi di più a proposito di Report Istat al 30 Settembre 2018 sull’economia italiana