No alla Procedura infrazione

No alla Procedura infrazione:spread giù, Borsa e Btp sù

Con il Decreto Legge arriva il no alla procedura infrazione: spread giù, Borsa Italiana e BTP sù. L’elezione di Dadid Sassoli dà fiducia.

Milano, lì 03 luglio 2019 – Nessuna procedura infrazione:spread giù, bene la Borsa Italiana ed anche il BTP.

 


Respirano i vertici del Governo Conte che hanno trovato la soluzione giusta per evitare la procedura d’infrazione. Così si alleggerisce la tensione sull’Italia, scende lo spread e salgono la Borsa Italiana e la quotazione del BTP decennale. L’elezione di David Sassoli a Presidente del Parlamento europeo rafforza la presenza italiana in europa e infonde fiducia per il futuro.


Leggi di più a proposito di No alla Procedura infrazione:spread giù, Borsa e Btp sù

 
Mario Draghi chiede credibilità al Governo Conte

Mario Draghi chiede credibilità al Governo Conte

Il Presidente della BCE Mario Draghi chiede credibilità al Governo Conte sulla riduzione del debito pubblico italiano

 

Roma, lì 06 giugno 2019 – Il debito italiano crea tensione, Mario Draghi chiede credibilità al Governo Conte.

 


Come previsto arriva il richiamo all’Italia per la gestione del debito pubblico, in particolare sul rapporto debito/PIL. Si cercano soluzioni per evitare sanzioni e, quindi, un ulteriore svuotamento delle casse italiane. La BCE per bocca del suo Presidente Mario Draghi boccia i minibot e rilancia una politica europea basata sui tassi di interesse ai minimi. Inoltre la BCE apre ad una sensibile agevolazione alle banche che erogheranno prestiti superiori ad un determinato importo.


Leggi di più a proposito di Mario Draghi chiede credibilità al Governo Conte

La Banca Centrale Europea prosegue

La Banca Centrale Europea prosegue coi tassi invariati

La Banca Centrale Europea prosegue nel suo sostegno all’economia europea. Il Presidente Mario Draghi ha annunciato una serie di maxi prestiti a basso costo per le banche. Inoltre, i tassi di interesse rimarranno invariati allo 0%, in linea con le attese di mercato. La misura “servirà ad assicurare che l’inflazione continui stabilmente a convergere su […]

Draghi avvisa i Paesi indebitati

Draghi avvisa i Paesi indebitati: male lo spread alto

Draghi avvisa i Paesi indebitati: lo spread alto rappresenta una vulnerabilità


Draghi avvisa gli StatiIl Presidente della Banca Centrale Europea Mario Draghi avvisa i Paesi indebitati: lo spread alto rappresenta una vulnerabilità. Lo spread per certe Nazioni ha un livello che è una diretta conseguenza della sfida alle regole europee delle manovre finanziarie. Senza un riferimento esplicito verso il Governo italiano Mario Draghi critica il mancato controllo del debito pubblico.


Leggi di più a proposito di Draghi avvisa i Paesi indebitati: male lo spread alto