Nuova emissione di Bot 12 mesi 14 maggio 2019 2020

Nuova emissione di Bot 12 mesi:14 maggio 2019/2020

 

Nuova emissione di BOT 12 mesi, durata gg. 366, codice ISIN IT0005371890

 

Roma, lì 09/05/2019 – Annunciata una nuova emissione di BOT 12 mesi: 14 maggio 2019-2020.

 


Il MEF annuncia l’emissione dei seguenti BOT e il relativo calendario per le operazioni di sottoscrizione. I BOT sono posti all’asta con il sistema di collocamento dell’asta competitiva.


[adrotate banner=”37″]

I riferimenti del calendario relativi alla sottoscrizione del BOT, i termini:

  • per la prenotazione da parte del pubblico: 9 maggio 2019;

  • poi per la presentazione domande in asta (ore 11,00): 10 maggio 2019;

  • invece per l’eventuale collocamento supplementare (ore 15,30): 13 maggio 2019;

  • infine la data di regolamento: 14 maggio 2019.

Quindi, il titolo obbligazionario avrà durata dalla data di emissione 14 maggio 2019 alla data scadenza 14 maggio 2020.

Nuova emissione di BOT 12 mesi maggio 2019: caso di richieste in esubero rispetto all’offerta

Qualora le richieste di ciascun operatore, anche complessivamente, superino l’importo offerto dal Tesoro:

  • esse verranno prese in considerazione a partire da quella con il rendimento più basso;
  • dunque, si procederà fino a concorrenza dell’importo offerto;

salvo quanto diversamente stabilito nel decreto di emissione.

Nuova emissione di BOT 12 mesi maggio 2019: gli Specialisti in titoli di Stato

Gli operatori “Specialisti in titoli di Stato” hanno facoltà di partecipare al collocamento supplementare dei BOT annuali, nei termini sopra indicati.

L’offerta della tranche supplementare è stabilita di norma nella misura del 10% dell’ammontare nominale offerto nell’asta ordinaria, determinato in base ai criteri indicati nel decreto di emissione. Tale percentuale rappresenta l’importo offerto nel collocamento supplementare, che il Tesoro si riserva di modificare dopo la chiusura dell’asta ordinaria, in base alle esigenze di domanda espresse dagli operatori. In tale evenienza sarà emesso un comunicato stampa al riguardo.

Gli “Specialisti” che non hanno partecipato all’asta ordinaria non sono ammessi al collocamento supplementare. L’assegnazione avrà luogo al rendimento medio ponderato determinato nell’asta ordinaria. La procedura di collocamento supplementare seguirà le disposizioni contenute nel decreto di emissione.

Altre notizie di economia nella pagina del sito.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".