Lele Spedicato dei Negramaro è ricoverato

Lele Spedicato dei Negramaro è ricoverato in rianimazione

intopic.it feedelissimo.com  
 

Nelle ultime ore, è trapelata online la triste notizia che vede il chitarrista della celebre pop-rock band ‘Negramaro’, Lele Spedicato, accusare un’improvviso malore, a seguito del quale l’artista è stato ricoverato d’urgenza in rianimazione, nel Salento. La tragica vicenda è accaduta nella mattinata di questo lunedì.

Lele Spedicato dei Negramaro è ricoverato in gravi condizioni

Il celebre chitarrista dei Negramaro, Emanuele Spedicato, all’età di soli 37 anni, si è improvvisamente sentito male nella sua abitazione, sita nel Salento, dove diverse ore fa è volato da Roma il leader della band Negramaro, Giuliano Sangiorgi.

Possono dirsi ore difficili per i componenti dei Negramaro ed anche i loro fedeli sostenitori: nella mattinata del 17 settembre, Lele Spedicato è stato colpito da un’emorragia cerebrale, mentre era nei pressi della piscina di casa sua. A trovare il corpo privo di sensi dell’artista, è stata la moglie di quest’ultimo, Clio, la quale ha rivelato i dettagli della drammatica vicenda al personale del 118 presente presso l’ospedale Vito Fazzi di Lecce, dove è ricoverato in gravi condizioni il chitarrista del gruppo dell’album pubblicato nel 2017, ‘Amore che torni’.

Via

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Serena Granato

'Web Content Editor; Traduttrice; Giornalista FL 'Web Magazine 24'; Social Media Influencer; Blogger.' Classe '90, Ragioniera. Cantante per passione, devota alla Holy-Trinity 'Michael Jackson, Britney Spears e Madonna', amo la Musica Pop, il mondo dello Spettacolo, il sano Gossip, e fare sport en-plein-air. Nata nella città più nostalgica del mondo, Napoli. La verità è la meta del mio viaggio. Da aspirante 'speaker radiofonica' e appassionata di lingue e culture straniere, #inglese e #francese, scrivo per diversi siti di Informazione, che mi hanno avvicinata al mondo del social journalism partecipativo: ''Scrivere non è una professione, ma è una vocazione di verità.''