Letta Di Maio

Letta ha raggiunto l’accordo con Di Maio: “C’è un’intesa”

 

Letta ha incontrato Di Maio quest’oggi. L’ex capo politico del M5s ha raggiunto l’accordo con il segretario dem dopo  l’intesa raggiunta poco prima con Sinistra Italiana e Verdi. Nel pomeriggio infatti è arrivato l’ok per l’ingresso coalizione di centrosinistra che si allarga al fine di contrastare il centrodestra alle prossime elezioni del 25 settembre.

L’intesa con SI e Verdi

Alla fine Sinistra Italiana e Verdi andranno nella coalizione di centrosinistra con Partito Democratico e Azione. L’intesa è arrivata dopo trattative lunghe con Enrico Letta che hanno visto coinvolte anche le rispettive basi dei partiti. Nicola Fratoianni di SI spiega che questo accordo serve a frenare l’avanzata della destra estrema alle prossime elezioni.

Nel comunicato diffuso nelle scorse ore i due partiti hanno come obiettivo quello di contrastare la crisi climatica ed economico-sociale, difendendo la Costituzione. Tra gli obiettivi troviamo il salario minimo e nelle misure di tutela del lavoro, e il contrasto alle “disuguaglianze sociali, territoriali, generazionali”.

Le parole di Letta e Di Maio

“Chiudiamo la partita più complicata, con la costruzioni di alcune liste che potessero competere con la destra. Un lavoro difficile e complicato. Ringrazio Azione e più Europa, con cui abbiamo siglato un patto di governo lungimirante”. E poi conferma l’accordo con Impegno Civico: “C’è intesa con Di Maio”, aggiunge Letta. “Sono molto contento di poter annunciare l’intesa con Impegno civico, per andare insieme negli uninominali della legge elettorale”. Entrando nel dettaglio ha poi specificato i termini dell’accordo: “Abbiamo convenuto una relazione fra noi che è stata identificata nel rapporto 92% a 8% nei collegi uninominali“.

“Il nostro obiettivo è aggregare chi rappresenta i territori”, ha detto invece Luigi Di Maio. “Ora le coalizioni sono definite e chiare, oggi si entra nel vivo”. Per il Ministro degli Esteri la priorità è l’agenda Draghi. “Siamo convinti di questa intesa, difendere l’agenda Draghi significa anche difendere dei risultati economici”.

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere informato iscriviti al nostro Canale Telegram o
seguici su Google News
.
Inoltre per supportarci puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, se vuoi
segnalare un refuso Contattaci qui .


Autore dell'articolo: Alessio Bardelli