Londra, esplode un ordigno nella metro

Erano le 8:20 a Londra quando l’allerta terrorismo e’ tornata. Un ordigno artigianale e’ esploso all’interno di un treno della metropolitana, ferendo non gravemente una ventina di persone. La bomba e’ esplosa presso la fermata di Parsons Green. I feriti sono stati portati negli ospedali della capitale inglese, ma nessuno e’ in pericolo di vita. Alcuni risultano ustionati dalle fiamme che si sono liberate dall’ordigno, altre invece sono state calpestate dalla calca mentre scappava.

Il Sun, quotidiano inglese, aveva pubblicato la notizia che c’era un uomo in fuga armato di coltello, collegato all’attentato terroristico. La notizia non e’ ancora stata confermata da Scotland Yard. Sul posto sono arrivate le forze speciali e gli artificieri hanno disinnescato un secondo ordigno.

Esplosione avvenuta nella zona ovest di Londra

Le prime immagini diffuse mostrano una busta di plastica da supermercato contenente un cestino bianco, che sembra sia stata nascosto in uno degli ultimi vagoni del treno metropolitano. L’esplosione non e’ stata fortissima, ma ha avvolto nelle fiamme una delle uscite. Proprio a causa delle alte fiamme, molte persone sono rimaste ustionate.

La situazione poteva essere molto piu’ grave, in quanto quelle tratta viene frequentata quotidianamente da 800 persone, nella fascia oraria in cui e’ avvenuto l’attentato terroristico.

Riunione di emergenza al Cobra

Ci sara’ anche il sindaco di Londra Khan alla riunioni di emergenza che si terra’ nel pomeriggio. Riguardo l’attacco, il sindaco ha affermato: «I londinesi non si lasceranno mai intimidire o sconfiggere dal terrorismo. La nostra città condanna gli orribili individui che cercano di utilizzare il terrore per danneggiarci e distruggere il nostro stile di vita». Anche la Prima ministra May ha rivolto un pensiero ai feriti, lodando poi la velocita’ di intervento delle forze speciali e dei soccorsi.

Il Cobra e’ il comitato di crisi del governo britannico. Partecipera’ Theresa May, il sindaco Khan e il governo. Studieranno la situazione e prenderanno decisioni su come reagire all’ennesimo attentato. Non c’e’ stata alcuna rivendicazione al momento, ma la matrice di stampo islamico sembra la pista piu’ plausibile.

Fonte: repubblica.it