Mara Venier e Domenica In battono Barbara D’Urso con Domenica Live

Nel corso delle ultime ore, sono stati finalmente resi noti i nuovi dati di ascolti televisivi, concernenti la giornata di domenica 16 settembre, che hanno visto il ritorno di Mara Venier primeggiare in assoluto e battere la collega ed amica Barbara D’Urso, la quale aveva previsto che sarebbe stata superata, al ritorno della conduttrice veneta nel palinsesto di ‘Rai 1’.

Domenica In batte Domenica Live

”Aprirò la mia Domenica In, ricordando Fabrizio Frizzi”, ha così riaperto i battenti il talk-show domenicale condotto da Mara Venier, Domenica In, che si è aggiudicato la vittoria nella gara di ascolti-TV della scorsa domenica: in particolare, Domenica In ha registrato 2 milioni e 500mila telespettatori e 2 milioni e 100mila telespettatori, rispettivamente nella prima e seconda parte della diretta televisiva.

La simpaticissima Mara Venier ha tenuto a ringraziare la sua amica e collega di casa Rai, Antonella Clerici, per averla supportata nell’attesa del suo ritorno al celebre programma domenicale.

Ai microfoni di una recente intervista rilasciata al settimanale ‘TV, Sorrisi & Canzoni’, Barbara D’Urso, conduttrice di Domenica Live, non ha nascosto di essere certa che sarebbe stata superata da Mara Venier.

Via

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Serena Granato

'Web Content Editor; Traduttrice; Giornalista FL 'Web Magazine 24'; Social Media Influencer; Blogger.' Classe '90, Ragioniera. Cantante per passione, devota alla Holy-Trinity 'Michael Jackson, Britney Spears e Madonna', amo la Musica Pop, il mondo dello Spettacolo, il sano Gossip, e fare sport en-plein-air. Nata nella città più nostalgica del mondo, Napoli. La verità è la meta del mio viaggio. Da aspirante 'speaker radiofonica' e appassionata di lingue e culture straniere, #inglese e #francese, scrivo per diversi siti di Informazione, che mi hanno avvicinata al mondo del social journalism partecipativo: ''Scrivere non è una professione, ma è una vocazione di verità.''