Marijuana durante la gravidanza: rischi per i bimbi

Marijuana durante la gravidanza: rischi per i bimbi

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com
 

L’assunzione di marijuana non è mai salutare. A maggior ragione, quando si parla di donne in gravidanza. I danni riguardano anche i bambini. Un articolo pubblicato su Sleep Health: The Journal of The National Sleep Foundation, spiega che l’assunzione di marijuana durante la gravidanza porta problemi di sonno ai bambini con il passare del tempo.

Lo studio arriva proprio nel momento in cui il numero di donne incinte che bevono e fumano aumenta del 7%. “Come società, ci è voluto un po’ di tempo per capire che fumare e bere alcolici non sono raccomandabili durante la gravidanza. Ora, però, prevale il buon senso“, ha detto l’autore senior John Hewitt, direttore dell’Institute for Behavioral Genetics presso CU Boulder. “Studi come questo suggeriscono che è prudente estendere tale consiglio di buon senso alla cannabis, anche se ora l’uso è legale“.

Per lo studio, Hewitt e l’autore principale Evan Winiger hanno analizzato i dati di base dello studio ABCD (Adolescent Brain and Cognitive Development), che sta seguendo 11.875 giovani dai 9 o 10 anni fino alla maggiore età. Alle madri dei partecipanti è stato chiesto se avevano mai assunto marijuana durante la gravidanza e con quale frequenza.

Marijuana durante la gravidanza: lo studio

Alle madri è stato anche chiesto di compilare un sondaggio relativo ai modelli di sonno del loro bambino/a. Hanno valutato 26 diversi elementi. Vanno dalla facilità con cui si sono addormentati e da quanto dormivano al fatto che russassero o si svegliassero frequentemente durante la notte.

Circa 700 mamme hanno riferito di usare marijuana durante la gravidanza. Di queste, 184 la usavano quotidianamente e 262 la usavano due o più volte al giorno. Dopo aver controllato una serie di altri fattori, tra cui il grado di istruzione della madre, lo stato civile dei genitori, il reddito familiare e la razza, è emerso un modello chiaro.

Le madri che hanno dichiarato di aver usato la cannabis durante la gravidanza avevano una probabilità significativamente maggiore di “passare” ai propri figli problemi di sonno clinici, ha dichiarato Winiger, uno studente laureato presso il Dipartimento di Psicologia e Neuroscienze.

Gli autori osservano che, sebbene la loro dimensione del campione sia grande, lo studio presenta alcune limitazioni. “Chiediamo alle madri di ricordare se hanno fumato marijuana 10 anni fa e di ammettere un comportamento malvisto“, ha affermato Winiger, suggerendo che i tassi effettivi di utilizzo prenatale potrebbero essere stati più alti. Lo studio non dimostra che l’uso di cannabis durante la gravidanza provoca problemi di sonno, ma si basa su un piccolo ma crescente numero di prove che indicano un legame.

Ad esempio, un piccolo studio ha scoperto che i bambini che esposti alla marijuana in utero si svegliavano di più durante la notte. Inoltre avevano una qualità del sonno inferiore all’età di 3 anni. Altri ricercatori hanno scoperto che l’uso di cannabis prenatale influiva sul sonno durante l’infanzia. 

 

Fonte immagine copertina: Radio Lombardia

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Avatar
Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com