Napoli, ecco tutte le spine nel fianco

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Napoli, problemi da risolvere

Napoli con alcuni problemi extra campo. Oltre i sette gol subiti nelle prime due giornate, gli azzurri devono risolvere alcune questioni contrattuali. Il direttore sportivo Giuntoli, dovrà sedersi attorno ad un tavolo, per vedere di trovare un accordo con coloro che sono ormai prossimi alla scadenza. Il direttore vorrebbe chiudere tutti i discorsi entro e non oltre il mese di gennaio, quando dovrà concentrarsi su questioni relative al mercato invernale. Uno dei casi che verrà risolto senza grandi problemi, è quello relativo a Dries Mertens. Il belga ha un contratto in scadenza a giugno 2020. Il Napoli ha intenzione infatti di rinnovarlo, e le due parti pare abbiano già trovato un accordo.

Le spine nel fianco

Le prime spine nel fianco sono quelle relative ad Arkadius Milik, Zielinski e Maksimovic. Il polacco ha un contratto che scadrà nel 2021, cosi come gli altri due. Il Napoli vorrebbe prolungarli tutti fino al 2023, ma pare ci sia qualche problema. Il polacco infatti ha chiesto un ritocco dell’ingaggio, mentre gli altri due pare abbiano chiesto quasi il doppio di quello che percepiscono attualmente. Insomma problematiche che attendono una risposta ed una soluzione.

Gli altri casi

Ci sono poi due casi particolari da risolvere. Il primo è quello riguardante Jose Maria Callejon. Il contratto dello spagnolo scadrà nel giugno 2020; per lui Carlo Ancelotti ha già chiesto la conferma. Lo reputa uno dei suoi uomini di fiducia, un imprescindibile. Forse il caso più spinoso è quello del brasiliano Allan, che ha un contratto in scadenza nel 2023. Per lui il club ha ricevuto numerose offerte. Attualmente il centrocampista verdeoro guadagna 2 milioni, mentre il Psg lo scorso gennaio gli aveva offerto ben 6 milioni a stagione. Allan adesso ha chiesto il raddoppio dell’ingaggio, e gli azzurri hanno storto il naso. Staremo a vedere, ma le spine dovranno essere risolte a breve.

 

 

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24