Nuova lista dei paradisi fiscali

Nuova lista dei paradisi fiscali e chiarimento del MEF

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Nuova lista dei paradisi fiscali approvata dall’Ecofin

 

Bruxelles, lì 16/03/2019 – Il Consiglio ha adottato una nuova lista dei paradisi fiscali.

💰 🚨


L’Ecofin ha rivisto l’elenco delle giurisdizioni non cooperative a fini fiscali. Alla base delle novità c’è l’introduzione di 10 nuovi Paesi. Il MEF chiarisce la posizione dell’Italia sull’inclusione degli Emirati Arabi nella nuova lista dei paradisi fiscali.


[adrotate banner=”37″]

Riassumiamo, dunque, le 5 giurisdizioni già inserite:

  • Samoa americane;
  • poi Guam;
  • ed anche Samoa;
  • inoltre Trinidad e Tobago;
  • infine Isole Vergini degli USA.

💰 🚨

La nuova lista dei paradisi fiscali: i nuovi 10 Paesi

La revisione dell’elenco ha decretato l’ingresso di altri 10 Paesi: Aruba, Barbados, Belize, Bermuda, Dominica, Figi, Isole Marshall, Oman, Emirati arabi uniti, Vanuatu. Infatti, le suddette giurisdizioni non hanno adempiuto a tutti gli impegni presi verso l’Unione Europea entro il termine pattuito.

Inoltre, l’Ecofin ha redatto un allegato II che contiene i Paesi attenzionati per impegni in sospeso; quindi, ne fanno parte 11 giurisdizioni alle quali l’Ecofin ha concesso le proroghe necessarie per adeguarsi ai dettami di riferimento. Altri 34 Paesi rimangono nella zona grigia di monitoraggio, mentre 25 sono stati rimossi.

💰 🚨

Nuova lista dei paradisi fiscali ed il Comunicato Stampa N° 50 del Mef

Il MEF, con comunicato stampa, vuole chiarire la posizione dell’Italia presa dall’Ecofin; più precisamente, in relazione alla decisione unanime, di includere gli Emirati Arabi nella nuova lista nera dei paradisi fiscali.

Dunque, in particolare precisa che:

  1. Gli Emirati Arabi potrebbero uscire dalla lista nera poiché hanno predisposto la normativa ma non hanno ancora terminato l’iter per la sua adozione formale previsto dalla loro Costituzione federale.
  2. L’Italia ha ottenuto che qualunque Paese venga riclassificato, quindi fatto uscire dalla lista nera, una volta ratificata la modifica della rispettiva normativa.
  3. A tal proposito l’Italia ha ritirato la sua riserva ed sottoscritto la nuova lista nera dell’Unione Europea.

Leggi altre notizie di economia sulla pagina del sito.

Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".