Sesso con cadavere

Sesso con cadavere: 23enne arrestato per vilipendio

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Sesso con cadavere: arrestato un 23enne che si è introdotto furtivamente in un’agenzia di pompe funebri.

L’episodio, risale all’11 novembre ma è reso noto, solo giorni dopo.

Il 21 novembre  si è svolta la prima udienza che ne ha convalidato l’arresto.

La notizia, riportata dai tabloid britannici è stata autenticata dalla polizia locale che di seguito ha provveduto alle indagini.

Ad incastrare Khurum Shazada la prova inconfutabile del DNA.

Sesso con Cadavere: giovane disoccupato arrestato con l’accusa di vilipendio di cadavere

Non c’è che dire, se una volta guardavamo “week end col morto” e ci sembrava già strano, figuriamoci leggere di sesso.

E non è certo la prima volta, poiché egli ultimi tempi, grazie anche all’informazione i casi di necrofilia sono più noti.

A riportare la notizia è il tabloid inglese Daily Mail, che confermerebbe quanto si sta diffondendo nelle ultime ore.

La vicenda accade nel Regno Unito, a Birmingham.

Un giovane 23enne disoccupato, Khurum Shazada è accusato oltre che di violazione di proprietà anche di vilipendio di cadavere.  Ad incastrarlo la prova inoppugnabile, del DNA.

Il giovane, si è introdotto furtivamente nell’impresa di pompe funebri e qui, si è approfittato di un cadavere che doveva essere riposto dentro la bara.

A seguito del rapporto, il 23enne è tornato tranquillamente a casa, un Ostello vicino alla città di Aston.

Il raccapricciante rapporto sessuale, si consuma nell’agenzia e a confermarlo è la polizia locale.

La prima udienza si è verificata in data 21 novembre ma tutto accade ben 10 giorni prima.

L’udienza ha confermato l’arresto su questo caso di necrofilia, ovvero una deviazione sessuale che porta all’attrazione verso un cadavere.

L’agenzia funebre (luogo del fatto sconvolgente) è la Central England Co-operative a Walsall Road, nella zona di Great Barr.

A seguito dell’episodio, gli investigatori hanno dovuto rendere conto ai familiari del defunto di quanto accaduto.

Leggi la cronaca di web magazine 24

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24

Avatar