stragi di capaci

Stragi di Capaci e via D’Amelio: la giornata della legalità

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

 Stragi di Capaci e via D’Amelio: la giornata della legalità. Ventisette anni fa in Italia qualcosa cambiò con l’assassinio di Giovanni Falcone

La stragi di Capaci dove perse la vita il giudice siciliano, è una ferita ancora aperta in Italia; la lotta alla mafia da quel momento è più ferrea e dura.

Il successivo attentato a Paolo Borsellino in via D’Amelio poi ha confermato la necessità di contrastare il sistema mafioso.

Oggi, 23 maggio 2019, si celebra dunque una giornata importante per la nazione

Un’iniziativa che da anni caratterizza questa giornata è la Nave della Legalità che vede i ragazzi delle scuole partire da Civitavecchia per arrivare a Palermo nel nome del rispetto della legge.

In questa giornata inoltre tante sono le dichiarazioni per ricordare la strage di Capaci, in primis quella del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella:

A ventisette anni dalle stragi di Capaci e di via D’Amelio, legate dalla medesima, orrenda strategia criminale, la Repubblica si inchina nel ricordo delle vittime e si stringe ai familiari.

Vanno ringraziati quanti da una ferita così profonda hanno tratto ragione di un maggior impegno civico per combattere la mafia, le sue connivenze, ma anche la rassegnazione e l’indifferenza che le sono complici.

I nomi di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Francesca Morvillo, Rocco Dicillo, Antonio Montinaro, Vito Schifani, Agostino Catalano, Walter Eddie Cosina, Vincenzo Li Muli, Emanuela Loi, Claudio Traina sono indimenticabili. 

Anche Papa Francesco lancia il suo messaggio rivolgendosi agli studenti:

L’indifferenza che distrugge le relazioni possa essere vinta dalla vostra capacità di vicinanza, soprattutto a quanti vivono nel bisogno.

Il disprezzo e il cinismo anche verbale che umilia chi è già provato duramente dalla vita trovi argine nella vostra generosità e nella vostra capacità di tenerezza.

Un’iniziativa lodevole nel nome della legalità, viene da Confcommercio

L’associazione infatti è presente sulla Nave per presentare ai ragazzi una web serie ironica sulla criminalità dal titolo Il Titolare.

Anna Lapini, componente di giunta Confcommercio incaricata per la legalità e la sicurezza, parla così del progetto:

Sono emozionata ed onorata di essere al fianco della Fondazione Falcone in questa occasione e di condividere il viaggio con gli studenti.

Perché rappresenta il coronamento di un percorso e il riconoscimento dell’impegno di Confcommercio per la legalità.

Un impegno che dedica grande attenzioni ai giovani attraverso:

  • il Premio Libero Grassi,
  • il progetto teatrale di educazione all’acquisto legale contro la contraffazione,
  • la partecipazione a Trame,
  • il Festival dei libri contro le mafie,
  • la web serie.

Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.