Sulla piattaforma Rousseau vincono i sì

Sulla piattaforma Rousseau vincono i sì

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

ROMA – Sulla piattaforma Rousseau vincono i sì. Via libera, dunque, al governo Pd-M5S guidato da Giuseppe Conte. A favore del nuovo esecutivo ha votato il 79,3% degli iscritti. Hanno espresso soddisfazione per questo esito sia Luigi Di Maio che Davide Casaleggio. Quest’ultimo ha parlato di “un esempio di cittadinanza attiva digitale”. Già in mattinata si era capito quale sarebbe stato il risultato finale.

[adrotate banner=”24″]

Domani, mercoledì 4 settembre, il premier incaricato Conte scioglierà la riserva. Per quanto riguarda il toto ministri, si parla di Luigi Di Maio agli esteri e Dario Franceschini ai beni culturali, con le conferme di Alfonso Bonafede alla giustizia, Riccardo Fraccaro ai rapporti con il parlamento e Giulia Grillo alla sanità. Non ci sarà alcun vice presidente del consiglio. Inoltre Andrea Orlando ha già fatto sapere che non accetterà alcun ruolo di governo.

Sulla piattaforma Rousseau vincono i sì

Dunque, come detto, sulla piattaforma on line Rousseau hanno vinto i sì, dando di fatto l’ok al nuovo esecutivo. Di seguito gli esiti delle votazioni certificati dal notaio che ha assistito alle procedure di voto e ne ha garantito la regolarità:

  • SI – 63.146 voti (79,3%)
  • NO – 16.488 voti (20,7%)

Ecco cosa scrive, in una nota pubblicata su Facebook, l’associazione Rousseau:

“Nel corso di questa votazione si è segnato un nuovo record nella storia di Rousseau (il precedente di maggio 2019 era di 56.127 votanti). Dalle 9 alle 18 hanno infatti espresso la propria preferenza 79.634 iscritti, su una base di aventi diritto che, alla mezzanotte del 2 settembre 2019, ha raggiunto il numero di 117.194 iscritti. È un record mondiale di partecipazione ad una votazione politica online in un solo giorno”.

Il picco, fa sapere Rousseau, si è raggiunto nelle prime due ore di votazione, durante le quali hanno votato oltre 30.000 cittadini: un traffico “addirittura 10-12 volte superiore rispetto a quello del primo turno di votazioni per la scelta dei candidati del MoVimento 5 Stelle alle elezioni europee”.

“L’elevato afflusso di utenti sul sistema, in queste prime fasi, ha generato una “coda” di richieste che ha causato piccoli rallentamenti nell’ordine dei 10 secondi (nello specifico tra le ore 10:41 e le ore 12) – precisa Rousseau – È stato, tuttavia, in ogni momento garantito il regolare svolgimento delle votazioni”.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24