Uso di marijuana

Uso di marijuana aumenta rischio di cancro ai testicoli

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Uso di marijuana: aumenta rischio di cancro ai testicoli. Secondo una nuova analisi sembrerebbe che ci sia una connessione tra l’eccessivo uso di marijuana e la possibilità di riscontrare il cancro ai testicoli. C’è da puntualizzare però un dettaglio. Però questa analisi è scaturita dopo un preciso studio. Infatti la connessione tra l’uso di marijuana e il rischio di cancro nasce se viene fumata la sostanza tutti i giorni per almeno dieci anni. Quindi, a meno che non si faccia un uso quotidiano di marijuanaInverse afferma che vi è alcun motivo per preoccuparsi.

Uso di marijuana: quali sono i rischi

Infatti, sono stati divulgati alcuni dati precisi. A quanto pare, per un fumatore “accanito” di marijuana il rischio di sviluppare il cancro ai testicoli aumenta di circa il 36 %. Quindi, questo non implica che, chiunque fa uso di marijuana debba necessariamente sviluppare questo tipo di malattia. C’è da dire però che il rischio aumenta di circa 1/3 se si fuma eccessivamente. Dunque, i ricercatori si sono rivolti a Inverse per fornire alcune informazioni in merito all’argomento.

A quanto pare, gli studi vanno approfonditi. Infatti è necessario condurre ricerche più specifiche prima di poter dare notizie veritiere sulla connessione che c’è la l’uso eccessivo della sostanza e la possibilità di riscontrare un cancro ai testicoli. Questo perché lo studio, pubblicato il mese scorso sulla rivista JAMA Network Open, ha analizzato 25 studi e alcuni dati esistenti degli ultimi 50 anni. Dunque, questo significa potrebbero esserci lievi differenze per trarre le conclusioni definitive.

In generale, è stato difficile studiare l’impatto della marijuana sulla salute. Sembrerebbe che la nuova analisi non ha correlato l’erba con nessun altro tipo di cancro. Però ciò non significa che non esistano collegamenti. Sull’argomento è intervenuta anche Deborah Korenstein, ricercatrice capo del Memorial Sloan Kettering Cancer Center. Ecco quanto dichiarato:

“Odio che le persone lo interpretino nel senso che l’uso di marijuana è completamente sicuro. Il fatto è che non sappiamo molto sull’impatto dell’uso pesante, dell’uso in giovane età o dell’uso non fumatori”.

Fonte foto articolo: pixabay

Leggi anche Cellule cerebrali artificiali per la cura di alcune malattie

 

Autore dell'articolo: Emanuela Acri

Grafica pubblicitaria, ha svolto gli studi all'Accademia di Belle Arti di Catanzaro e quella di Lecce, concludendo il percorso con il massimo dei voti. Appassionata di film horror e serie TV, collabora con alcuni siti online nella realizzazione di articoli di diversi argomenti,