Valentino Rossi Coronavirus: "24 giorni a casa da solo"

Valentino Rossi Coronavirus: “24 giorni a casa da solo”

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Dopo aver saltato le prove libere del venerdì, Valentino Rossi, risultato negativo al Coronavirus, torna sulla sua Yamaha M1 sabato al Gran Premio d’Europa a Valencia. Poiché la sessione di prove del mattino era piovosa, il 41enne ha dovuto “debuttare” nelle qualifiche in Q1. Doveva partire 18esimo. Tuttavia, visto che il suo compagno di squadra Maverick Vinales domenica parte dalla pit lane, Rossi sale al 17esimo posto in griglia. L’ultima volta che Rossi si è seduto su una MotoGP è stato l’11 ottobre al Gran Premio di Francia a Le Mans. In quel momento è caduto subito dopo la partenza nella chicane Dunlop ed è stato costretto al ritiro. Da allora, la sua pausa è stata esattamente 27 giorni.

Tuttavia Rossi si è placato: “Mi sono sentito subito a mio agio sulla moto. Non ho avuto particolari problemi perché ieri non ho girato. In Q1 le condizioni erano molto difficili perché la pista si stava asciugando. In queste condizioni è un po’ difficile per noi“. La delusione per la posizione di partenza è stata limitata per Rossi. Per due ragioni, era felicissimo di essere tornato: “Il feeling sulla moto era molto buono. Sono molto contento di essere tornato a casa da solo dopo 24 giorni“.

Valentino Rossi Coronavirus: ha avuto i sintomi

Il pilota italiano ha trascorso poco più di tre settimane da solo nella sua casa di Tavullia. Ha raccontato che è stata “un’esperienza difficile” perché Rossi è una persona socievole e sempre circondato da amici e famiglia. Adesso aveva molto tempo per pensare.

Fortunatamente stavo bene fisicamente. Sono stato malato solo per due giorni e ho avuto un po’ di febbre“, ha detto parlando della sua infezione da coronavirus. “Sono sempre riuscito a respirare normalmente e non ho mai perso il mio senso dell’olfatto e del gusto. Ma ci sono voluti alcuni giorni per riprendersi. Ti senti un po’ stanco. Hai mal di testa e dolori agli occhi. Diciamo solo che i primi giorni non sono stati buoni. Inoltre ho perso un po’ di peso perché non faccio niente da due settimane. Gli ultimi giorni sono stati duri. Tutti quelli che sono stati contagiati da me si sono sentiti meglio dopo due settimane“, dice all’amico “Uccio”. “Ma ero ancora ottimista. Avevo paura di non poter guidare qui“.

Via

Fonte immagine copertina: Motorsport-Total

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Avatar
Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com