Vino Italiano eccellente

Vino Italiano Eccellente, lo dice Coldiretti

intopic.it feedelissimo.com  
 

Vino Italiano eccellente. A dichiararlo è la Coldiretti che in base ad una statistica tra il 2017 e il 2018 lo evidenzia come il migliore per le festività.

Nella notte di capodanno sono state stappate 500 milioni di bottiglie, tra vini e spumanti.

Il traguardo da record del Made in Italy è stato stimato in diversi paesi Europei e non solo. Anche Russia e Giappone gradiscono e gli aumenti arrivano fino al 21%.

Vino Italiano Eccellente: fuori dai confini l’Italia si fa onore

Ed è un vero momento di gloria per il made in Italy. In base alle stime della Coldiretti, assume notevole importanza nel traguardo delle vendite dei vini all’estero.

Rispetto allo scorso anno (2017) nella notte del 31 dicembre è stimato un aumento del 6% in più. Il calcolo, tutt’altro che approssimativo è fatto da una fonte più che autorevole.

La Coldiretti infatti, dichiara che proprio in occasione della festività, si è raggiunto un record storico superiore a 1,5 miliardi (dati ISTAT).

I consumatori, oltre la nostra nazione, sono molti e appassionati ai nostri vini.

Tra i clienti più agguerriti al primo posto troviamo gli Inglesi.

Appassionati stimatori dei vini Italiani sono il primo mercato di godimento nel 2018.

Il notevole sblocco d’importazione e vendita Inglese rappresenta un vero orgoglio per le aziende vinicole Italiane.

Solo nel Regno Unito, gli aumenti sono del 5% in più rispetto al 2017.

La crescita rilevante si registra negli Stati Uniti, dove ben il 13% in più fa slittare la percentuale di qualità nazionale; a seguito, la Germania con il 6%.

Vino Italiano eccellente quali sono i vini più desiderati? A dircelo è sempre Coldiretti

Nonostante le visioni lungimiranti, il risultato ottenuto oggi è migliore di tante aspettative degli stessi produttori.

Chi l’avrebbe detto che “le bollicine” italiane avrebbero superato il famoso e rinomato Champagne Francese?

A fare capolino alla produzione Transalpina arrivano Prosecco, Asti e Franciacorta, che nella nazione di confine, registra un aumento di vendita del 21%.

Anche se il vero salto di qualità, il produttore italiano, lo riceve dalla Russia, con incrementi al 21% . A seguire il Giappone, con una crescita al 18%.

In ultima analisi, ci siamo noi Italiani. Come dichiara sempre la Coldiretti, solo 3 bottiglie su 10 vanno a catalogarsi nelle rimanenze della produzione sotto le feste.

Tutto questo è molto positivo e porta una registrazione della domanda che si classifica con poco meno di 70 milioni di tappi stappati.

L’Italia, rispetto allo scorso anno (in relazione al 31 dicembre), registra il 3% in più.

Leggi la cronaca di web magazine 24.

 

 

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Stefania Di Francescantonio

Avatar