Vuelta 2019

Vuelta 2019, Fabio Aru in cerca di risposte

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

La Vuelta 2019 prenderà avvio il prossimo 24 agosto. La manifestazione ciclistica è pronta a regalare grandi emozioni a tutti gli appassionati di ciclismo. In queste settimane infatti, scopriremo chi tra i tanti corridori, riuscirà a conquistare la prestigiosa maglia rossa. Tra i contendenti alla maglia, ci sarà anche il corridore del team UAE Emirates, Fabio Aru. Reduce da una buona prestazione nello scorso Tour de France, Aru sta prendendo sempre più consapevolezza della sua forza. Alla Gazzetta dello Sport, ha affermato al riguardo: “La consapevolezza che sto tornando. Con il tempo le cose si stanno sistemando. Del resto non si arriva 14esimi alla Grand Boucle per caso. Motore e testa ci sono, devo solo ritrovare la condizione giusta. Per il momento vivo alla giornata senza avere fretta”. Il Cavaliere dei Quattro Mori ha poi sostenuto: “Posso tornare grande. Questo lo so, l’ho capito al Tour de France”.

Vuelta 2019, Aru è pronto per la grande sfida

La Vuelta 2019 sarà caratterizzata da ben 21 tappe, tutte con diverse caratteristiche affini ai diversi corridori. Tra questi ci sarà anche Fabio Aru in cerca di riscatto. “Sono fiducioso. Il gradino che voglio occupare so qual è, e ora so anche di poterci arrivare o, per meglio dire, tornare”, ha affermato Aru. Il corridore ha disputato un buon Tour de France e sulla scia di questa prestazione, si avvicina con entusiasmo alla Vuelta di Spagna: “Ovviamente non sono ancora al mio livello, però i riscontri, sia come sensazioni, sia come numeri, sono stati incoraggianti. Sono contento, inoltre, perchè ho affrontato questa sfida senza avere nelle gambe la prima parte di stagione”.

Non resta che attendere quindi il prossimo 24 agosto per gustarsi tutte le emozioni della Vuelta di Spagna, edizione 2019, e scoprire come si comporterà Fabio Aru in sella alla sua bicicletta. Riuscirà il corridore a conquistare la maglia rossa?

 

Autore dell'articolo: Annamaria Sabiu