Achille Lauro torna al 1990

Achille Lauro torna al 1990

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

ROMA – Achille Lauro torna al 1990. Eh, già. Si intitola proprio “1990” il nuovo singolo del cantante romano. Il brano è in radio e sulle piattaforme digitali da un paio di giorni, per la precisione da venerdì 25 ottobre, e i fans sono già impazziti.

Se, infatti, con “Rolls Royce” (portata quest’anno al Festival di Sanremo) e con l’album “1969” Achille Lauro ci faceva fare un viaggio nel rock, grazie a “1990” possiamo rituffarci nelle atmosfere della dance anni ’90, quando l’artista era solo un bambino.

Non a caso, il 1990 è l’anno in cui Achille Lauro è nato, come ha spiegato lui stesso in una dichiarazione:

«Sono nato nel ’90. Ricordo che da bambino, e poi da adolescente, la musica che ascoltavo creava emozioni talmente forti da diventare oggi un ricordo a tratti malinconico. Erano gli anni delle boy band, la musica dance anni ’90 dominava i dancefloor di tutto il mondo, con quel suo sound inconfondibile e quel suo spirito libero ed euforico, emblema di una giovinezza spensierata».

Achille Lauro torna al 1990

Sempre a proposito del nuovo singolo, Achille Lauro ha poi aggiunto:

«Erano gli anni in cui sono comparsi i Daft Punk, Corona, gli Eiffel 65 e Gigi D’Agostino solo per citarne alcuni. Alla fine del 2017, dopo aver scritto “Rolls Royce” e quasi l’intero album “1969”, i ricordi d’infanzia e della mia adolescenza mi hanno portato alla mente le sonorità anni ‘90 e la musica dance».

I fans hanno già potuto assaporare il sound di questa canzone durante il “Rolls Royce Tour”, che ha infiammato i club d’Italia nelle scorse settimane. Dal vivo, lo sappiamo, Achille Lauro è una forza della natura. Ce lo ha ricordato anche Ambra Proto nel suo report del concerto tenuto dall’artista quest’estate a Francavilla al Mare, in provincia di Chieti.

“1990”, che porta la firma dello stesso Achille Lauro, è prodotto dall’artista romano con Boss Doms e Gow Tribe. Il testo parla di un amore ossessivo e possessivo. Il sound si ispira a La Bouche, mentre la copertina rimanda a una famosa foto di Britney Spears, segnando il primo capitolo di una nuova serie di brani che reinterpreteranno il decennio dei ’90. Il prossimo passo vedrà Achille volare a Las Vegas per completare il nuovo disco.

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24