Concerto The Zen Circus: primo maggio Roma

Concerto The Zen Circus: primo maggio Roma

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Concerto The Zen Circus: primo maggio a Roma tra musica ed emozioni

Concerto The Zen Circus. Anche quest’anno la rock band è salita sul palco del concertone del 1 maggio a Roma, in onore della festa dei lavoratori.

Artisti energici che non sono mai scesi a compromessi rimanendo fedeli alla loro musica e, anche questa volta, hanno regalato al pubblico infinite emozioni.

La storia degli Zen Circus ha inizio negli anni 90, quando il cantante Andrea Appino a soli 16 anni decide, insieme a un amico batterista, di fondare una band.

Successivamente a varie vicissitudini, gli Zen Circus riescono ad affermarsi in maniera definitiva all’interno del panorama musicale vantando, tra le altre, anche la collaborazione con Brian Ritchie.

 

Concerto 1 maggio The Zen Circus: la rock band torna a Roma
Concerto The Zen Circus: primo maggio Roma

La band è composta da:

  • Andrea Appino, chitarra e voce;
  • Francesco Pellegrini, detto “Il maestro, alla chitarra”;
  • Gian Paolo Cuccuru con lo pseudonimo di Karim Qqru, alla batteria;
  • Massimiliano Schiavelli detto anche “Ufo”, al basso.

Gli Zen Circus al concertone 2019  in Piazza San Giovanni a Roma

Inconfondibili ed energici, gli Zen Circus riescono a leggere le emozioni più profonde dell’animo umano trasformandole in testi e musica.

Quest’anno a piazza San Giovanni hanno portato tre brani del loro repertorio. Da “Andate tutti affanculo”, a “Ilenia”, per poi salutare il pubblico con la meravigliosa “L’anima non conta”, vincitrice oltretutto del disco d’oro.

Non è mancata la simpatia della band a far sorridere il pubblico. Infatti il frontman ha dato un bacio al presentatore Lodo Guenzi, saltandogli in braccio e scherzando nel modo più vero e umano possibile.

Il tutto poco prima di presentare Ghemon.

Una band senza artefatti

D’altronde è anche questo a contraddistinguere gli Zen Circus. Nonostante abbiano festeggiato il mese scorso i 20 anni di carriera con un concerto al Paladozza di Bologna, nonostante la partecipazione al Festival di Sanremo e l’essere acclamati da migliaia di fans, loro sono rimasti gli stessi.

Questi quattro artisti anche quest’anno sono riusciti a trasportare il pubblico di piazza San Giovanni in luoghi meravigliosi grazie alle loro canzoni. Andrea Appino ha ripetuto più volte: “Mi trovi qui”.

Il tutto mentre emozionato cantava e suonava con la sua chitarra una frase della canzone “L’anima non conta”, il cui testo dice:

“Tu libera e felice vai, mi ritrovi dove sai.”

Gli Zen Circus sanno come raccontare le emozioni a cui a volte è difficile dar voce. Ascoltando le loro canzoni infatti, ognuno può ritrovarci all’interno una piccola porzione della propria anima.

Si può dire che gli Zen Circus abbiano creato il proprio repertorio artistico con impegno, studio, ma sopratutto semplicità. La band è la dimostrazione che essere davvero se stessi, è il modo migliore per conquistare i propri sogni.

Imprevisti per Omar Pedrini al concerto del 1 maggio 2019

Purtroppo non tutto oro è quel che luccica. Infatti è impossibile non parlare del triste imprevisto che ha avuto come protagonista il famosissimo artista Omar Pedrini.

Infatti l’esibizione dell’artista con la canzone “Sole spento”, in diretta televisiva su Rai3 è stata interrotta dal telegiornale.

La presentatrice Ambra Angiolini di tutta risposta è salita sul palco comunicando al pubblico che l’artista avrebbe suonato di nuovo per far sì che anche la sua esibizione fosse fruibile dal pubblico a casa.

Tuttavia l’artista su quel palco non è più tornato e le polemiche sui social network sono state moltissime.

Il diretto interessato, ha rilasciato una dichiarazione sul suo profilo Facebook in cui spiega precisamente ciò che è successo. Non avrebbe potuto certamente concentrare la propria esibizione in pochi minuti!

Nelle sue parole si legge il dispiacere di un musicista, di un uomo e di un padre che suona da una vita intera. L’episodio spiacevole ha destato molto scalpore e per Omar Pedrini è stato un vero peccato!

Fonte articolo: live del concerto a Roma

Fonte foto articolo: foto personale scattata durante il live

Copertina: foto personale scattata durante il live

 

Autore dell'articolo: Redazione Webmagazine24