Mibact incarichi a chiamata diretta

Mibact incarichi a chiamata diretta nel Dl Agosto

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com
 

Mibact incarichi a chiamata diretta nel Dl Agosto. Sono 500 gli incarichi presso il Ministero dei beni culturali per i quali non è previsto il concorso pubblico

Dunque al Mibact incarichi a chiamata diretta stando al DL 104/2020, noto come Decreto Agosto, nel quale si parla di incarichi diretti come collaboratori esterni della durata di massimo 15 mesi.

Nel dettaglio, l’articolo 24 parla di 4 milioni di euro per il 2020 e 16 milioni di euro per il 2021 per la nomina diretta di esperti di comprovata competenza; i quali potranno dare un importante supporto alle Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio in qualità di collaboratori esterni.

L’articolo 24 stabilisce altresì:

Gli incarichi dirigenziali non generali di cui al presente comma possono essere conferiti esclusivamente per le direzioni periferiche di Soprintendenze archeologia; belle arti e paesaggio, archivistiche e bibliografiche; nonché istituti e uffici periferici diversi dagli istituti di rilevante interesse nazionale dotati di autonomia speciale.

Incarichi che inoltre porterebbero a una retribuzione di tutto rispetto: la collaborazione, che non potrà superare i 15 mesi, potrà essere retribuita fino ad un massimo di 40mila euro l’anno.

Un ruolo, a sua volta, molto importante in quanto a questi collaboratori, potrà essere attribuita la funzione di responsabile unico del procedimento.

Ossia quella figura che, in base al codice dei contratti pubblici, si occupa dello svolgimento di tutti quei compiti riguardanti le procedure di affidamento.

Insomma, colui che si occupa degli appalti della soprintendenza potrà essere un collaboratore esterno.

Il Decreto agosto prevede inoltre anche il concorso per dirigenti

Il Dl Agosto infatti prevede anche il potenziale innalzamento del personale dirigenziale del Mibact nella misura del 15%.

L’assunzione dei nuovi dirigenti avverrà per l’appunto tramite un concorso al quale saranno ammessi solamente i candidati che hanno conseguito il dottorato di ricerca; oppure coloro che hanno una laurea specialistica ma dipendenti di ruolo nelle pubbliche amministrazioni.

Al concorso seguirà anche un corso della durata massima di 12 mesi, comprensivi di un periodo di applicazione presso il Mibact.

 

Articoli simili: Cultura e turismo quale ruolo per il rilancio del paese?

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Francesca DI Giuseppe

Avatar
Francesca Di Giuseppe, nata a Pescara il 27 ottobre 1979, giornalista e titolare del blog Postcalcium.it. Il mio diario online dove racconto e parlo a mio della mia passione primaria: il calcio Laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Teramo con una tesi dedicata al calcio femminile. Parlare di calcio è il mezzo che ho per assecondare un’altra passione: la scrittura che mi porta ad avere collaborazioni con diverse testate giornalistiche regionali e nazionali.