consiglio di classe via Skype

Primo consiglio di classe via Skype a Cosenza

intopic.it feedelissimo.com  
 

In un liceo di Cosenza si è svolto il primo consiglio di classe via Skype d’Italia

Ieri, presso il liceo classico “Telesio” di Cosenza, si è tenuto, in via sperimentale, il primo consiglio di classe via Skype d’Italia. Il Dirigente scolastico, l’ingegnere Antonio Iaconianni, ha precedentemente impartito le istruzioni necessarie ai docenti, ai rappresentanti dei genitori e degli studenti per svolgere al meglio la riunione.

Lavoro agile anche nella pubblica amministrazione

Iaconianni ha dichiarato che: “Il futuro passa da qui. Come mi piace ripetere. Passa da una scuola del Mezzogiorno d’Italia che sta diventando modello per tante scuole nel nostro Paese.

Portare lo smart working a scuola, vuol dire rispondere anche e soprattutto alle diverse sollecitazioni normative che vogliono il lavoro agile anche nella pubblica amministrazione.

Questa sperimentazione potrebbe risultare strategica soprattutto per quelle scuole frazionate in tanti plessi talvolta difficilmente raggiungibili con un’utenza che arriva anche da lontano.

In questa occasione di festa – ha continuato il Preside – nella quale la scuola si incontra con la modernità e sperimenta e vive quello che sarà il futuro, mi corre l’obbligo di ringraziare tutti i docenti, la componente genitori, gli studenti ed il personale Ata dell’istituzione scolastica che ho il privilegio di dirigere. Ogni nostro traguardo nasce da un rapporto sinergico e da una sincera condivisione degli obiettivi e delle strategie.

E l’utenza ci premia e continua a premiarci, per una eccellente qualità dell’insegnamento e per una progettualità che vede, pur tra mille difficoltà, proiettare la scuola in una dimensione che possa essere il più possibile vicina alle esigenze della modernità e di un mondo che cambia velocemente e forse troppe volte gli ultimi a rendersene conto fino ad oggi sono stati proprio gli operatori della scuola. Nella mia idea – ha concluso Iaconianni – la scuola non deve arrivare dopo. La scuola deve andare di pari passo con i tempi, con le esigenze dei giovani e deve provare addirittura ad anticipare quello che sarà“.

Fonte Immagine: Wikipedia

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
     
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Maria D'Argento

Avatar