Veleno delle api uccide cellule del cancro al seno

Veleno delle api uccide cellule del cancro al seno

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com
 

I risultati pubblicati sulla rivista Precision Oncology hanno rivelato che il veleno delle api ha rapidamente distrutto il cancro al seno triplo negativo e le cellule di cancro al seno arricchite con HER2. Il dottor Duffy ha affermato che lo scopo della ricerca era quello di indagare le proprietà anti-cancro del veleno di api di miele e di un composto detto melittina, su diversi tipi di cellule di cancro al seno. Dunque secondo la ricerca il veleno delle api uccide le cellule tumorali.

Nessuno aveva mai confrontato gli effetti del veleno d’api o della melittina tra tutti i diversi sottotipi di cancro al seno e le cellule normali. Abbiamo testato il veleno delle api su cellule mammarie normali e cellule dei sottotipi clinici di cancro al seno: carcinoma mammario positivo per il recettore ormonale, arricchito con HER2 e triplo negativo. Abbiamo testato un peptide molto piccolo e caricato positivamente nel veleno dell’ape chiamato melittina. Questo lo abbiamo potuto riprodurre sinteticamente, e abbiamo scoperto che il prodotto sintetico rispecchiava la maggior parte degli effetti anti-cancro del veleno delle api, ha spiegato il dott. Duffy.

Abbiamo scoperto che il veleno d’ape e  la melittina hanno ridotto significativamente la vitalità del cancro al seno triplo negativo e delle cellule di cancro al seno arricchite con HER2. Il veleno era estremamente potente”, ha detto il dottor Duffy. Una concentrazione specifica di veleno di api può indurre il 100% della morte delle cellule tumorali, pur avendo effetti minimi sulle cellule normali. La distruzione completa delle cellule avviene in un’ora, se non di meno.

Veleno delle api uccide le cellule del cancro: ecco lo studio

Anche la melittina nel veleno d’ape ha avuto un altro effetto notevole. In meno di 20 minuti, la melittina ha ridotto sostanzialmente i messaggi chimici delle cellule tumorali. Tali messaggi sono essenziali per la crescita e la divisione delle cellule tumorali.

Abbiamo esaminato come il veleno delle api e la melittina influenzano le vie di segnalazione del cancro, i messaggi chimici che sono fondamentali per la crescita e la riproduzione delle cellule tumorali. Abbiamo scoperto che molto rapidamente queste vie di segnalazione sono state interrotte. La melittina ha modulato la segnalazione nelle cellule di cancro al seno sopprimendo l’attivazione del recettore che è comunemente sovraespresso nel carcinoma mammario triplo negativo, il recettore del fattore di crescita epidermico. Ha soppresso l’attivazione di HER2 che è sovraespresso nel cancro al seno arricchito con HER2“, ha spiegato.

Il professor Peter Klinken, capo scienziato dell’Australia occidentale, ha dichiarato:

Questa è un’osservazione incredibilmente emozionante. La melittina è un componente importante del veleno delle api. Può sopprimere la crescita di cellule mortali del cancro al seno, in particolare il cancro al seno triplo negativo. Sono state utilizzate le api di Perth, tra le più sane al mondo. “Le api sono state addormentate con anidride carbonica. Successivamente tenute nel ghiaccio prima che la punta del veleno fosse estratta dall’addome dell’ape e il veleno estratto da un’attenta dissezione“, ha rivelato l’autore dello studio.

Esistono più di 20 mila specie di api. Il dottor Duffy ha voluto confrontare gli effetti del veleno di api mellifere di Perth con altri tipi di api in Irlanda e Inghilterra. “Ho scoperto che l’ape europea in Australia, Irlanda e Inghilterra ha prodotto effetti quasi identici nel cancro al seno rispetto alle cellule normali“, afferma. Alcuni studi a riguardo risalgono addirittura al 1950.

Via

Fonte immagine copertina: Pixabay

 

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Francesco Menna

Avatar
Mi chiamo Francesco, classe 96. Laureato in Ingegneria Meccanica e studente alla magistrale di Ingegneria Meccanica per l'Energia e l'Ambiente alla Federico II di Napoli. Passione sfrenata per tutto ciò che ha un motore e va veloce. Per info e collaborazioni inviare una mail a framenna96@gmail.com