Zeppole di San Giuseppe: secondo tradizione, per la Festa del Papà

Zeppole di San Giuseppe: secondo tradizione, per la Festa del Papà

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

La pasticceria napoletana nasce dall’inventiva di un popolo la cui miseria (ovviamente parliamo del passato) lo ha portato sempre a rispettare ciò che dà, oltre a forza e salute, un senso di sazietà. Sono dolci ricchi e sostanziosi che non possono certo piacere a tutti, questo è naturale, ma se mangiati a digiuno (invece che alla fine di un pranzo) acquistano parecchio. Come ad esempio le “Zeppole di San Giuseppe“, secondo tradizione preparate per la Festa del papà.

Zeppole di San Giuseppe: secondo tradizione, per la Festa del Papà
Zeppole di San Giuseppe: secondo tradizione, per la Festa del Papà

Ingredienti per le zeppole di san Giuseppe

  • Mezzo litro d’acqua
  • 400 g di farina
  • una noce di burro
  • un pizzico di sale
  • 6 uova
  • olio di semi di arachide

Ingredienti per la crema

  • 3 rossi d’uovo
  • 3 cucchiai colmi di zucchero
  • 3 cucchiai rasi di fecola
  • mezzo litro di latte
  • scorza di limone
  • amarene sciroppate per guarnire

Preparazione della crema: rompete le uova in un tegame, aggiungete lo zucchero e mescolate vigorosamente con il mestolo o la frusta. Quando sarà ben spumoso, unite la fecola e continuate a mescolare. Aggiungete il latte a filo (che avrete prima fatto scaldare con la scorza di limone), ponete il composto sul fuoco e continuate a mescolare fino a farlo addensare. Riponete quindi la crema pasticcera in una scodella, avendo cura di ricoprirla con la pellicola.

Preparazione delle zeppole

[adrotate banner=”6″]

Mettete in una pentola l’acqua, il burro e il pizzico di sale, portate a ebollizione e versate tutta la farina in un solo colpo. Lasciate cuocere per circa 10 minuti, mescolando sempre energicamente. Versate quindi l’impasto in una scodella capiente e lasciate intiepidire.  Quando sarà quasi freddo incorporatevi le uova, una alla volta, prima il rosso e poi il bianco. A questo punto, terminato di preparare l’impasto, riempite una sacca da pasticciere o una siringa per dolci con l’imboccatura a stella. Formate delle piccole ciambelle, che adagerete mano a mano su un piano di lavoro precedentemente unto con un pò di olio.

Ponete sul fuoco la padella per i fritti con abbondante olio di semi di arachide. Quando sarà bollente immergetevi le zeppole. Rivoltatele spesso durante la cottura ed estraetele solo quando saranno ben dorate, poi fatele sgocciolare su carta assorbente da cucina. Quando saranno fredde, guarnite ognuna con una cucchiaiata di crema pasticcera e un paio di amarene sciroppate.

Autore dell'articolo: Cesare Di Simone

Passione sfrenata per tutto ciò che è tecnologico utente di lungo corso Android e sostenitore di tutto ciò che è open-source e collateralmente amante del mondo Linux. Amante della formula uno e appassionato dell'occulto. Sono appassionato di oroscopo mi piace andare a vedere cosa dicono le stelle quotidianamente.