Decreto Ristori indennità una tantum e onnicomprensiva

Decreto Ristori indennità una tantum e onnicomprensiva

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Decreto Ristori prevede ripetizione dell’indennità una tantum e indennità onnicomprensiva 1000 euro

Roma, lì 08 dicembre 2020 – Altri 1000 euro dal Decreto Ristori come replica dell’indennità una tantum e onnicomprensiva.

 


In arrivo altri 1000 euro dal Decreto Legge 28 ottobre 2020 numero 137, senza obbligo di domanda per coloro che ne hanno già beneficiato. L’indennità riguarda i lavoratori dipendenti ed anche i lavoratori autonomi.


Il Decreto Legge 28 ottobre 2020 numero 137, conosciuto come “Decreto Ristori” ha previsto, nuovamente, l’erogazione a favore dei soggetti beneficiari dell’indennità onnicomprensiva (articolo 9, Decreto Legge 14 agosto 2020, n. 104).

 

Circolare INPS n.137 del 26 novembre 2020: indennità onnicomprensiva 1000 euro

Sulla base del Decreto Ristori, è pronta una nuova erogazione una tantum come indennità onnicomprensiva di importo pari a 1000 euro.

L’INPS ha pubblicato sul proprio sito la notizia che i lavoratori indicati nella circolare INPS 26 novembre 2020, n. 137, già fruitori dell’indennità, non devono presentare una nuova domanda. La circolare, inoltre, fornisce le istruzioni per i lavoratori del settore del turismo e degli stabilimenti termali che non abbiano già ricevuto dell’indennità onnicomprensiva; infatti possono presentare domanda di accesso al beneficio.

 

Beneficiari indennità una tantum e onnicomprensiva Decreto Ristori

L’indennità onnicomprensiva riguarda i lavoratori dipendenti ed anche i lavoratori autonomi. Tra gli elementi determinanti per ricevere il beneficio:

  • cessazione attività o rapporto di lavoro;
  • riduzione / sospensione attività o rapporto di lavoro;

in conseguenza dell’emergenza da Covid-19.

 

Domanda online indennità onnicomprensiva per precise categorie di lavoratori

È attivo il servizio online per la presentazione della domanda per le seguenti categorie di lavoratori:

  • stagionali, somministrati e subordinati a tempo determinato del settore del turismo e degli stabilimenti termali;
  • stagionali di settori diversi dal turismo e dagli stabilimenti termali;
  • intermittenti;
  • autonomi occasionali;
  • incaricati alle vendite a domicilio;
  • lavoratori dello spettacolo (nel 2019 almeno sette contributi giornalieri e un reddito non superiore a 35.000 euro, o almeno 30 contributi e un reddito non superiore a 50.000 euro).

 

Misura indennità onnicomprensiva Decreto Ristori

La misura di sostegno prevede l’erogazione di una indennità una tantum pari a 1000 euro.

 

Per maggiori informazioni è possibile consultare la circolare INPS 26 novembre 2020, n. 137.

 

 

Leggi anche altre informazioni di Economia.

Torna alla Homepage

Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".