meditazione

La meditazione e i suoi benefici

intopic.it feedelissimo.com  
 

“Meditazione” deriva dalla parola latina meditatio, ovvero: riflessione. Meditare significa: tacere, rilassarsi e prepararsi ad ascoltare il nostro io interiore. È necessario un ambiente confortevole, una posizione comoda, socchiudere gli occhi e tanto, tanto silenzio intorno a noi per poter intraprendere un nuovo viaggio verso una meta spesso ignota: il proprio sé. Allontanarsi dal chiacchierio di sottofondo che caratterizza la maggior parte delle nostre giornate ed immergersi nelle profondità della nostra mente.

La meditazione: una pratica religiosa

La pratica della meditazione è presente in molte religioni e filosofie orientali come il buddhismo.

Utilizzata soprattutto per il raggiungimento dello stato del nirvana, la meditazione consiste nell’osservazione della mente.

Una sorta di percorso individuale e interiore che potrebbe condurci sulla via della consapevolezza e autoconsapevolezza.

Solitamente, durante questa pratica, è suggerita la ripetizione mentale di un mantra, una formula che ci aiuta a non distrarci e a mantenere la nostra attenzione su noi stessi.

I benefici

La pratica quotidiana della meditazione apporta nelle nostre vite alcuni importanti benefici:

  1. Relax: la meditazione ci consente di rilassare la mente e anche il corpo (a volte può capitare addirittura di addormentarsi!).
  2. Autoconsapevolezza: la meditazione ci permette di entrare in contatto con il nostro io interiore e, quindi, di conoscerci meglio.
  3. Autostima: crescendo in noi l’autoconsapevolezza, riusciremo ad accrescere la nostra autostima nella vita di tutti i giorni.
  4. Pace interiore: la pratica della meditazione ci regala una piacevole sensazione di pace interiore e serenità.

Altri tipi di meditazione

Generalmente, per meditare è necessario distendersi, o comunque trovare una posizione comoda, e socchiudere gli occhi. Ma esistono altri modi per intraprendere un cammino all’interno di noi: praticare yoga, leggere, fare sport in generale. Tutte pratiche che ci permettono di entrare in relazione con il nostro sé e che ci mettono in comunicazione con la nostra vocina interiore.

A mio parere, essendo io un’avida lettrice, la lettura occupa i primi posti tra le pratiche meditative. Se ci pensate un istante, nel momento in cui leggete mentalmente siete in grado di ascoltare la vostra vera voce: quella dentro di voi. Non mi resta che augurarvi una buona meditazione!

Altre notizie di salute sulla pagina del sito.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Valentina Mandraccio

Avatar