Domanda disoccupazione 2020

Domanda disoccupazione 2020 proroga per coronavirus DL18

Cura Italia, Decreto Legge 17 Marzo 2020 numero 18: Proroga termini presentazione della domanda di disoccupazione 2020 ( agricola – NASpI – DIS-COLL ) per nuovo coronavirus Covid-19

Roma, lì 25 marzo 2020 – Il Decreto “Salva economia”, chiamato anche “Cura Italia”, ha introdotto la proroga del termine di presentazione della domanda di disoccupazione.


Il DL 17 marzo 2020 n.18, oltre a contenere risorse a favore dei dipendenti e delle partite iva, prevede anche la proroga del termine di presentazione delle domande di disoccupazione per il 2020; inoltre, il Decreto Cura Italia, per ampliare gli effetti di soccorso agli utenti INPS, sospende il decorso dei termini decadenziali in materia previdenziale e assistenziale.


Leggi di più a proposito di Domanda disoccupazione 2020 proroga per coronavirus DL18

Novità Trattamenti integrazione salariale 2020

Trattamenti integrazione salariale 2020: nuovi importi

Novità INPS 2020: nuovi importi massimi per i trattamenti integrazione salariale


Il nuovo anno 2020 ha portato con se molte novità, tra le quali troviamo le variazioni degli importi massimi relativi ai trattamenti di integrazione salariale; quindi ad essere interessati sono gli assegni del Fondo di solidarietà del Credito, la NASpI, la DIS-COLL, la disoccupazione agricola e l’ASU. Dunque, diamo uno sguardo alle news per ogni singolo trattamento di integrazione salariale in vigore dal 2020.


Leggi di più a proposito di Trattamenti integrazione salariale 2020: nuovi importi

Prestazioni a sostegno del reddito a senza fissa dimora

Prestazioni a sostegno del reddito a senza fissa dimora

Le prestazioni a sostegno del reddito ed i soggetti senza fissa dimora

 

Roma, lì 09 luglio 2019 – Arrivano i chiarimenti INPS sulle prestazioni assistenziali a sostegno del reddito ai soggetti senza fissa dimora.

 


Essere “irreperibili” o “senza fissa dimora” comporta la cancellazione dall’anagrafe comunale e, quindi, la perdita del diritto di: voto; poi ottenere certificazioni anagrafiche e documenti di riconoscimento; nonché la cancellazione dall’assistenza sanitaria. Inoltre, comporta la perdita del diritto ad alcune prestazioni a sostegno del reddito. Ma l’INPS ha pubblicato importanti indicazioni relative alle prestazioni a sostegno del reddito riferite sia ai soggetti dichiarati “irreperibili” sia a quelli “senza fissa dimora”.


Leggi di più a proposito di Prestazioni a sostegno del reddito a senza fissa dimora