Lego mostra a Milano foto

Lego mostra a Milano

intopic.it feedelissimo.com  

Lego  mostra a Milano da venerdì prossimo. Una curiosità ed una novità nel settore delle mostre: dal 11 ottobre 2019 al 2 febbraio2020 si svolgerà  presso il Museo della Permanente una nuova e caratteristica manifestazione  la mostra denominata I LOVE LEGO”. La manifestazione è aperta a tutti e sarà anche interattiva.

Grandi spazi riservati a scenari realizzati in scala con mattoncini della Lego che riprodurranno città, monumenti antichi e moderni e tante altre realtà quotidiane progettate e realizzate da RomaBrick, uno dei LUG (Lego User Group) più antichi d’Europa.

Quanti di noi possono dire di non aver mai “giocato” con i mattoncini della Lego? Credo pochi.

Un settore che non è solo ludico, ma anche artistico ed altamente creativo. I mattoncini di plastica infatti sono stati da sempre il primo impatto col gioco. Ce ne sono di diversi tipi e di diverse dimensioni, adatti a tutte le età dell’uomo: dalla prima infanzia e, perché no, fino alle età più mature. La miriadi di colori e di elementi costruttivi hanno sempre attratto tutti. Ognuno di noi può dire con tutta serenità di aver costruito, in diverse dimensioni, case, villette, castelli, macchine, aerei, terni, intere città e tanti altri elementi della nostra vita quotidiana.

Spesso i cosiddetti “plastici” utilizzati da professionisti ed aziende per rappresentare in scala diversi ambienti della vita quotidiana sono realizzati con i mattoncini della Lego.

Molte realizzazioni fanno bella mostra di sé nei diversi ambienti della casa a ricordo di ore passate con grande impegno e con tanta passione per dare sfogo alla propria creatività o seguendo le istruzioni dei fogli annessi alle scatole della Lego. Rigidamente divisi per fasce di età, i mattoncini Lego sono stati da sempre la passione di intere generazioni.

Lego mostra a Milano – la storia dei mattoncini

Giova ricordare un po’ di storia dell’azienda, limitandoci al solo periodo del dopoguerra e trascurando le origini dell’anteguerra.

La Lego  iniziò la sua attività nell’immediato dopoguerra  (1949), ma  erano anni duri e la società doveva ancora rimarginare le ferite di un conflitto bellico. Ciò nonostante riuscì a crescere e ad affermarsi lentamente su tutti i mercati mondiali, fino a raggiungere l’attuale successo, con negozi esclusivi sparsi in ogni nazione.

I mattoncini in plastica presero il nome di Automatic Binding Bricks. Questi mattoncini potevano essere montati e smontati e nel 1954 fu dato loro un nuovo nome, “LEGO Mursten” o “LEGO Bricks” (“mattoncini LEGO“). Inizialmente i colori più utilizzati furono il bianco, il rosso, il giallo, il blu, il grigio e il nero; il verde fu escluso perché poteva essere sinonimo di opere militari. Successivamente si aggiunsero interi “corpi di fabbrica” (finestre, porte ecc.) ed ebbe via libera anche il colore verde. La figura umana fu stilizzata anche con diverse tonalità della pelle.

In considerazione del lungo periodo espositivo e  delle iniziative proposte sicuramente la mostra vedrà la partecipazione di un numeroso pubblico ed avrà un enorme successo.

Forse ti può interessare anche:

La foto nell’articolo è tratta dalla pagina ufficiale Facebook del Museo della Permanente

 

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Marco Vittoria

Avatar