Simone Piva & I Viola Velluto il nuovo album copertina

Simone Piva & I Viola Velluto il nuovo album

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Simone Piva & I Viola Velluto il nuovo album è “Fabbriche Polvere e un Campanile Nel Mezzo”.

Simone Piva & I Viola Velluto il nuovo album brano per brano

Un titolo che viene chiarito già alla fine di “Intro” il primo breve brano del disco che funge da apertura  per “La Battaglia Infuria”, in cui il gruppo unisce ritmi cari ai Negrita e Roy Paci & Aretuska.

Una convivenza sonora apparentemente (almeno sulla carta) difficile, se non impossibile. Eppure ascoltando la canzone è questa l’impressione che si ha. Rispetto al precedente album “Il Bastardo” il gruppo sembra aver trovato una maggiore anima Rock, soprattutto in “Da Dove Vengo”.  In essa ricorre spesso la frase “abbiamo fame di fama”. Continuando così il successo, potete scommetterci, non tarderà certo ad arrivare.

Il West…

“Cani Sciolti” ha tanto di America in poco meno di tre minuti. Sarà forse perché i Simone Piva & I Viola Velluto non hanno mai fatto nulla per nascondere la passione per il West?

Con “Imprevisti” il lato gentile della band vien fuori immediatamente; è infatti il tipico lento che fa innamorare al primo ascolto. Ritmi totalmente opposti in “Oggi si Uccide Domani si Muore” che, al di là del testo, non sfigurerebbe in un album dei Modena city Ramblers.

Gli omaggi

Poteva poi mancare l’omaggio al più grande regista di film Western all’italiana? Il titolo ovviamente è “Sergio Leone” in cui non manca la menzione a Clint Eastwood e ai grandi classici di un genere che conquistò il mondo. In “Questa Estate” invece si passa al capoluogo delle Marche, Ancona, e all’arte di Schiele e agli scritti di Bukowski.

“Il Destino di un Uomo” chiude un lavoro sincero e omogeneo, in cui trombe, chitarre, contrabbasso batteria e tastiere si mescolano e vengono gestiti sapientemente. Merito di arrangiamenti curati fin nei minimi dettagli. Una caratteristica che Simone Piva & I Viola Velluto avevano già messo in evidenza ne “Il Bastardo” ma che qui risulta ancora più evidente.

Forse ti può interessare anche:

Autore dell'articolo: Marco Vittoria