Guida uso sito INPS per pensionati News Reddito di Cittadinanza Pensione di Cittadinanza

Guida uso sito INPS per pensionati titolari di trattamenti

intopic.it feedelissimo.com    
 

Guida d’uso per la navigazione nel sito INPS dedicata a pensionati titolari di trattamenti previdenziali o assistenziali di importo basso

 

I pensionati possono consultare la guida d’uso per navigare nel sito INPS e verificare la pensione, scoprire se si ha diritto a trattamenti integrativi od alla pensione di cittadinanza (PdC).


Per prima cosa conviene richiedere, nel caso non se ne sia già in possesso, il codie PIN o lo SPID; infatti si può accedere ai servizi online INPS solo se in possesso di PIN rilasciato dall’INPS o con le credenziali SPID.

Per richiedere il PIN si può accedere andare all’indirizzo elettronico INPS.

Successivamente, si potrà:

  • controllare l’importo della pensione;
  • nonché verificare il diritto a trattamenti integrativi della pensione;
  • ed anche dichiarare all’INPS ogni anno i redditi rilevanti con il servizio online Dichiarazione reddituale – RED semplificato.

L’INPS, grazie alla collaborazione dell’Agenzia delle Entrate, ogni anno rileva i redditi dei pensionati per determinare le spettanze secondo la normativa vigente; ma, come previsto dalla Circolare 195/2015, esistono casi nei quali è necessaria la collaborazione dei pensionati.

Nel caso si percepiscano prestazioni collegate al reddito come ad esempio:

  • l’integrazione al minimo;
  • la maggiorazione sociale;
  • l’assegno sociale;
  • la quattordicesima;
  • la pensione di reversibilità;

e si sia tenuti per legge a rendere annualmente la dichiarazione reddituale, si può con il servizio Dichiarazione reddituale – RED semplificato.

Guida uso sito INPS per pensionati: cedolino pensione – prestazioni collegate

Dal menu della pagina iniziale del portale INPS selezionare Tutti i servizi per accedere al servizio Cedolino pensione e servizi collegati; così da poter consultare i cedolini mensili della pensione e verificare l’importo lordo e le voci che lo compongono.

Dalla pagina iniziale del sito INPS, selezionare il profilo Pensionato e “Per orientarsi” per consultare la scheda le
prestazioni collegate al reddito. Queste prestazioni (ad esempio: integrazione al trattamento minimo; maggiorazioni sociali; quattordicesima) possono essere richieste a seconda dell’importo della pensione percepita e del reddito
prodotto ogni anno.

Per l’elenco completo delle prestazioni collegate al reddito e dei redditi da dichiarare per la verifica del
diritto e della misura, vedere:

Guida uso sito INPS per pensionati: detrazioni fiscali – trattamenti famiglia

È possibile controllare se si fruisce delle detrazioni fiscali ed anche se si ha diritto ai Trattamenti di famiglia. Accedendo attraverso il modulo Detrazioni fiscali: domanda e gestione si può:

  • verificare tutte le detrazioni fiscali già richieste;
  • poi modificare i dati già forniti;
  • ed inoltre chiedere altre detrazioni d’imposta.

Si ricorda che il familiare è fiscalmente a carico se il suo reddito annuo lordo non supera i 2.480,51 euro; mentre, se il familiare ha età inferiore ai 25 anni è da ritenersi fiscalmente a carico se il suo reddito annuo lordo non supera i 4.000 euro.


In presenza di familiari a carico si potrebbe anche avere diritto ai trattamenti di famiglia come:

  • l’Assegno al nucleo familiare;
  • o gli Assegni familiari.

Guida uso sito INPS per pensionati: pensione di cittadinanza

È possibile verificare se si ha diritto alla Pensione di Cittadinanza; dunque si può compilare ed anche inviare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) e inviare la domanda di PdC.

Per consentire all’INPS la verifica dei requisiti reddituali e patrimoniali, prima di presentare la domanda di PdC, bisogna compilare e inviare online la tua Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU); dunque l’INPS elaborerà l’ISEE e provvederà ad associarlo alla domanda presentata.


Grazie al Simulatore presente nel portale INPS è possibile verificare da soli se l’ISEE dà diritto alla Pensione di Cittadinanza, prima di presentare la DSU e la domanda.


Se si è già provveduto all’invio della DSU è possibile effettuare la simulazione trovando già precompilati i campi del simulatore con i dati della tua DSU.

Per presentare la domanda di PdC il modulo da utilizzare è l’SR180, mentre per comunicare ulteriori redditi non rilevati nell’ISEE o attività lavorative bisogna utilizzare i moduli SR181 e SR182.

Pensione supplementare – supplemento di pensione

Inoltre è possibile verificare se si ha diritto alla pensione supplementare od al supplemento di pensione. Puoi avere diritto alla pensione supplementare od a un supplemento sulla pensione già percepita se sei titolare di pensione e:

  • hai contributi versati anche nella Gestione Separata o nell’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO);
  • inoltre se hai continuato a lavorare dopo la pensione versando i contributi.

Verifica nel sito se puoi presentare la domanda, selezionando la funzione Prestazioni e Servizi dalla pagina iniziale e consultando le schede: Pensione supplementare per contribuzione versata all’AGO, Supplemento di pensione per i pensionati che continuano a contribuire.

 

Puoi leggere anche:

Partite IVA inattive chiuse d’ufficio dall’Agenzia Entrate

Tassi soglia 1 trimestre 2020: interessi usurari calano

Atti di riscossione congelati da Natale fino la Befana

Bando Isi INAIL 2019: 250.000.000€ a fondo perduto

Disposizioni in materia fiscale 2020 e agevolazioni

Merce di Mercatone Uno non sarà consegnata

Voucher 3I: Investire In Innovazione

↪️ Altre  notizie di economia nella pagina dedicata del sito.

DI SANTE Paolo

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 

Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Avatar
Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".