28/11/18 a Piazza Affari torna la paura Dazi La giornata finanziaria di oggi 23 Novembre 2018 trend

28/11/18 a Piazza Affari torna la paura Dazi

intopic.it feedelissimo.com  
 

28/11/18 a Piazza Affari torna la paura Dazi che si diffonde anche in tutta Europa.

Milano, 28/11/18 a Piazza Affari torna la paura Dazi

Le frasi del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump hanno un effetto destabilizzante sull’andamento dei principali listini europei; infatti le chiusure di questi giorni sono tutte in area negativa sia per Piazza Affari che per le altre borse europee. Milano ha ceduto lo 0,18% con lo spread sul decennale Btp-Bund che si muove intorno a 290 punti base.

Inoltre pesa la posizione di contrasto tra il Presidente Giuseppe Conte, Matteo Salvini, Luigi Di Maio e l’Unione Europea. Come ripetuto più volte dai vertici del Governo Conte non c’è la volontà di ritoccare il piano finanziario (DEF) confermando i numeri di crescita contestati da tutte gli istituti competenti. Un ulteriore dato d’incertezza è arrivato dalla negoziazione del BTP Italia che ha fatto registrare un record negativo.

Tornando al commercio globale ed alle parole del Presidente Donald Trump, la promessa di nuovi dazi sta creando tensioni in diversi settori; in particolare l’accenno al settore auto, in Italia, ha coinvolto i titoli FCA (-1,47%), Pirelli (-3,25%) e Brembo (-0,95%). Debole anche Telecom Italia (-1,15%) penalizzata dal downgrade di Goldman Sachs con outlook da buy a neutral e target price visto al ribasso da 80 a 60 centesimi di euro. Intanto crolla il titolo CAD IT (-8,50%) in vista dell’operazione di delisting prevista per il 01 Dicembre.

28/11/18 a Piazza Affari torna la paura Dazi e tensione sul petrolio

Momento difficile anche per le società operanti nel settore del greggio infatti la quotazione del petrolio continua a mantenersi su valori minimi; anche i dati sulle scorte USA hanno portato ad una maggiore pressione sulle quotazioni del BRENT e del WTI. Da notare che ad inizio Ottobre il BRENT vedeva quota 85 USD ed il WTI quota 76 USD; invece oggi si trovano rispettivamente a muoversi in zona 60 USD e 51 USD.

A questo punto la comunità internazionale guarda al G20 di Buenos Aires che vedrà protagonisti proprio il Presidente USA e quello cinese Xi Jiping.

Al cambio l’EURO contro DOLLARO US rimane sostanzialmente stabile a 1,137485 (+0,05), contro lo YEN JP scende a 129,0175 (-0,12%), contro la STERLINA GB poco variato a 0,88648 (+0,01%).

Altre notizie di economia nella pagina del sito.

 
Grazie al nostro canale Telegram potete rimanere aggiornati sulla pubblicazione di nuovi articoli di WebMagazine24
 
 

Articoli consigliati:


Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano disperatamente lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".