MEZZALIBBRA: l'esordio del cantautore Davide Corneli copertina

MEZZALIBBRA: l’esordio del cantautore Davide Corneli

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com
 

MEZZALIBBRA: l’esordio del cantautore abruzzese Davide Corneli è “Cometa”.

Esordio abruzzese a firma del giovane cantautore Davide Corneli che per il teatro della musica si firma con il moniker MEZZALIBRRA. Un bicchiere mezzo pieno e mezzovuoto, la vita che possiamo continuamente leggere con questa duplice chiave di lettura… e rialzarsi è il vero ingranaggio, il grande segreto… la grande “cometa” che porta con se buoni presagi. Dentro un Pop d’autore classico, curato nella produzione e con un video a corredo semplice firmato dall’influencer Giulio Tolli, MEZZALIBBRA da il via alla sua personalissima carriera con questo singolo “Cometa”, una canzone leggera italiana macchiata di quell’inflessione un po’ vissuta, un po’ dannata, un po’ volutamente sofferta. Com’è la vita e questo eterno peregrinarci dentro.

MEZZALIBBRA: l’esordio del cantautore abruzzese Davide Corneli è il singolo “Cometa”

Come nasce questa canzone?

“Cometa” nasce dalla voglia di trasmettere un messaggio importante: essere sè stessi e essere consapevoli della propria unicità. Nessuno di noi è sostituibile ed il peso della nostra vita vale tanto quanto quella di un’altra persona. Bisogna splendere di luce propria, sempre.

Per te cos’è la speranza e dove esiste la forza per rialzarsi sempre?

La speranza comporta coraggio. La vita ci sottopone ogni giorno a sfide, dubbi e perplessità. La speranza, secondo me, è capire che da ogni esperienza si può apprendere per diventare più forti. Niente e nessuno deve mai impedirci di seguire la nostra strada. Ogni vita è dura, ma le difficoltà che vengono superate danno sempre luogo a qualcosa di bellissimo.

E per restare in ambito “filosofico”, secondo te è importante cadere o bisogna cercare di evitarlo?

Non cadere è impossibile. Tutti possono cadere. Ogni caduta deve insegnarti qualcosa che dovrai portarti dentro e tenerti stretto, così da poter diventare sempre più forte. La canzone dice di non spegnersi, ma di alimentare la fiamma che si ha dentro.

Mezzalibbra foto

Mi piace quando apri in maggiore la melodia. Eppure ti sento più a tuo agio nelle sfumature “blu” delle strofe… che ne pensi?

Beh, in effetti sono cresciuto ascoltando e cantando principalmente Soul, Blues e Rock. Sono contento che le influenze che ho avuto si facciano sentire. È importante per me trasmettere nella mia musica ciò che sono e ciò che sono stato.

Il video è girato in Abruzzo vero? Come nasce la collaborazione con Giulio Tolli? E perché lui?

L’Abruzzo è la mia terra, Pescara è la città in cui sono cresciuto e i luoghi del videoclip sono i posti in cui ho vissuto di più e che mi hanno lasciato di più. Ho voluto lavorare stando il più possibile attaccato al mio territorio, scegliendo anche di collaborare con un compaesano. È stato davvero un piacere lavorare con una persona che ama così tanto il suo lavoro. Ha tutta la mia stima per questo e spero di poterci collaborare di nuovo in seguito.

Il primo disco di Mezzalibbra, viste le premesse, sarà un disco romantico o un lavoro sociale?

Credo che anche un lavoro sociale possa essere romantico e viceversa. Entrambi i tipi di lavoro lasciano qualcosa. Il mio disco parlerà principalmente dell’amore per sè stessi tramite di esperienze vissute che voglio trasmettere all’ascoltatore e avrà dentro di sè tanti messaggi (sia sociali che romantici) da captare.

 

Forse ti può interessare anche:

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Marco Vittoria

Avatar