Doggo: il cane robot creato negli USA

Doggo: il cane robot che ha stupito l’America

Doggo: il cane robot creato negli USA dagli studenti della Stanford University, muove i primi passi nel mondo.

Lo spettacolare prototipo costruito e assemblato con elementi a basso costo è stato ideato per muoversi il più liberamente possibile; ma è anche dotato di un software altamente sofisticato in grado di fargli eseguire compiti difficili e finora impensabili. Leggi di più a proposito di Doggo: il cane robot che ha stupito l’America

Mini robot contro i tumori

Mini robot contro i tumori: l’aiuto ai farmaci

Mini robot contro i tumori: l’aiuto ai farmaci per attaccare direttamente il nucleo della neoplasia.

Piccolissimi, paragonabili a una cellula; sono i mini robot guida che aiutano i farmaci ad arrivare direttamente ai tumori, uscendo dal flusso sanguigno.

Si tratta di nano-particelle cariche di farmaci, che raggiungono la neoplasia nei punti più inaccessibili; ma anche nelle zone più toccate dal tumore, che necessitano di un’azione precisa e mirata.

Anche questa volta, a divulgare la notizia è la rivista Science Advances, che pubblica la ricerca dell’équipe del MIT (Massachusetts Institute of Technology).

Guidati da Simone Schuerle, i ricercatori del MIT, hanno portato a termine l’elaborazione di mini robot che sono dotati di una microscopica elica.

Questa gli permette di muoversi all’interno del corpo umano e arrivare a destinazione.

L’équipe, curiosamente, si è ispirata ad una particolare famiglia di batteri; ma più che altro al loro modo di spostarsi. Inoltre, per rendere più sicura la procedura, hanno applicato un campo magnetico esterno che li tiene sotto controllo.

Grazie all’utilizzo di una stampante 3D molto potente, li hanno realizzati con una risoluzione impressionante.

In seguito, li hanno rivestiti con uno strato di nichel che serve proprio a renderli magnetici.

In altre parole, grazie a questo sistema, hanno superato l’ostacolo che impediva di somministrare i farmaci mediante nano-particelle. Leggi di più a proposito di Mini robot contro i tumori: l’aiuto ai farmaci

Lo Spettacolare Robot Felino

Lo Spettacolare Robot Felino presto a Montreal

Uno spettacolare robot felino fa il suo ingresso nell’affascinante mondo della robotica. I ricercatori del MIT. Sono entusiasti della riuscita e non vedono l’ora di presentarlo ufficialmente al mondo intero.

Il robot, molto simile al Cheetah 3, presentato nel 2018, (famoso per essere riuscito a salire una gradinata) presenta una struttura differente che permetterà agli studiosi di sviluppare un’idea nuova di Robot.

Uno dei creatori del piccolo felino, Benjamin Katz, ne parla come di una sperimentazione semplice; una verifica che però può dare grandi soddisfazioni. Il tutto a costi contenuti. Leggi di più a proposito di Lo Spettacolare Robot Felino presto a Montreal

Mi chiamo Sophia: sono un androide

Mi chiamo Sophia: sono un androide

Mi chiamo Sophia: sono un androide, sostiene il robot con sembianze umane straordinariamente futuristiche. E le sue parole catapultano, inevitabilmente, al pensiero che l’intelligenza artificiale applicata alla robotica, fa davvero passi da gigante. Sophia, l’androide famoso in quasi tutto il mondo è considerato l’esemplare più riuscito.

Si è svolto a Milano il meeting annuale “Innovation by Ania”, presso il Palazzo Mezzanotte. L’evento, che è promosso dall’Associazione Nazionale per le imprese assicuratrici, ha visto protagonista Sophia, un eccellente progetto di robotica.

L’incontro ha evidenziato le caratteristiche e le peculiarità del robot più avanzato mai creato dalla compagnia Hanson Robotics con sede a Hong Kong. Leggi di più a proposito di Mi chiamo Sophia: sono un androide

Algoritmi informatici e robotica, un aiuto per le protesi

Algoritmi informatici e robotica stanno facendo passi da gigante. Ciò che solo qualche anno fa era considerato fantascienza ora è realtà. Naturalmente è importante in tutti i campi, a maggiore ragione però diviene indispensabile l’uso di tali mezzi scientifici per la cura, la riabilitazione e l’aiuto per i portatori di handicap. Leggi di più a proposito di Algoritmi informatici e robotica, un aiuto per le protesi

Scrive Musica ma è un Robot

Scrive Musica ma è un Robot, il progetto di Waterloo

Scrive Musica ma è un Robot, il progetto dell’Università di Waterloo – Canada.

Scrive Musica ma è un Robot, compone addirittura i testi imitando lo stile dei grandi artisti. Inoltre è un autentico paroliere. Compone i testi imitando i brani più conosciuti.

Come le reti neurali possono generare versi emozionanti, questo robot dotato d’intelligenza artificiale è in grado di riprodurre musica.

Leggi di più a proposito di Scrive Musica ma è un Robot, il progetto di Waterloo

Occhietti artificiali per robot

Occhietti artificiali per robot,un passo rivoluzionario

Occhietti artificiali per robot. Arriva in questi giorni sul web, la notizia di un importante progetto a cura dell’Università Cinese  Chiao Tung di Xi’an guidato da Wenjun Wang.

Leggi di più a proposito di Occhietti artificiali per robot,un passo rivoluzionario

MoBot un carrello automa

MoBot un carrello automa che ti segue fino a casa

  MoBot un carrello automa che ti segue fino a casa è presentato in assoluta anteprima, al Festival internazionale della robotica di Pisa. Nello scorso ottobre, l’esposizione del progetto, ha dato il via a una nuova fase di sperimentazione che,  finalmente, apporterà una soluzione alle difficoltà di un centro storico. MoBot un carrello automa che […]

Connettività 5G: il futuro della rete

Connettività 5G: il futuro della rete

Quello che sembrava impossibile fino a pochi anni fa, si sta trasformando poco a poco in realtà. A Ottobre del 2018 si sono chiuse nel nostro Paese le aste per le concessioni del 5G. Operatori come Tim, Vodafone, Wind Tre e Iliad si sono aggiudicati le frequenze comprese nelle bande tra le 20MHz e le […]

Con stampa 3D e robotica potrebbero essere realizzate astronavi

Con stampa 3D e robotica potrebbero essere realizzate astronavi

Adesso, la maggior parte di ciò che spediamo nello spazio è costruita qui sulla Terra. Ma presto, potremmo inviare materie prime e lasciare che i robot facciano il resto. Questo potrebbe essere un grande cambiamento. Si consideri i telescopi spaziali. Oggi devono essere ripiegati per adattarsi sul razzo con cui vengono spediti. Ma se possiamo […]