Piano strategico Enel 2020

Piano strategico Enel 2020 – 2022 e Open Fiber

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Francesco Starace, AD Enel, ha presentato il Piano Strategico 2020 – 2022 / Vendesi Open Fiber.. ma senza fretta

 

L’idea di Francesco Starace per il Piano Strategico 2020 – 2022 Enel: “massimizzare il valore attraverso la sostenibilità.”

[adrotate banner=”37″]

Enel svolge la propria attività seguendo un modello di business che ha tra i principi fondanti la piena sostenibilità della strategia; nel corso degli anni il Gruppo Enel si è affermato come leader nelle rinnovabili a livello mondiale. L’azienda è improntata per massimizzare la creazione di valore per i suoi azionisti nell’arco di piano ed anche oltre il 2022. Il Gruppo Enel è impegnato nella “decarbonizzazione” accelerando la realizzazione di nuovi impianti “rinnovabili”; entro il 2022 svilupperà 14,1 GW di nuova capacità rinnovabile (+22%) e ridurrà sia la capacità che la produzione da carbone rispettivamente del 61% e del 74% dai livelli del 2018. Da calendario porterà la percentuale di rinnovabili sulla capacità totale raggiungerà al 60% in tre anni ed anche la produzione a zero emissioni di CO2 al 68% nel 2022.

Piano strategico Enel 2020 – 2022: prospettiva

  • 28,7 miliardi di euro di investimenti organici (+11% rispetto al piano precedente): EBITDA atteso 20,1 miliardi di euro nel 2022 (+13% rispetto ai 17,8 miliardi di euro previsti nel 2019).
  • 3 SDG principali: Energia Pulita e Accessibile, Industria, Innovazione e Infrastrutture ed anche Città e Comunità Sostenibili (l’obiettivo è la Lotta contro il Cambiamento Climatico).
  • Utile netto ordinario per il 2022 atteso a 6,1 miliardi di euro (+27% dai 4,8 miliardi 2019).
  • Remunerazione degli azionisti: dividendo pari al 70% dell’utile netto ordinario consolidato.
  • Dividendo per azione minimo in aumento di 1 centesimo di euro per azione nel 2020 e 2021 rispetto al piano precedente, con un nuovo obiettivo di 0,40 euro per azione nel 2022.

Piano strategico Enel 2020 – 2022: Obiettivi di crescita utile e dividendo

Crescita dell’utile netto ordinario (€mld)

2019 ⇒ 4,8 – 2020 ⇒ 5,4 – 2021 ⇒ 5,8 – 2022 ⇒ 6,1

Crescita del dividendo (€/azione)

Il Pay-out ratio rimarrà al 70% fino al 2022, quindi il dividendo implicito per azione e quello minimo saranno pari a:

  • 2019 0,33€/azione (minimo 0,32€/azione);
  • poi nel 2020 0,37€ (0,35€);
  • inoltre nel 2021 0,40€ (0,37€);
  • mentre nel 2022 0,40€ (0,40€).

Francesco Starace, AD e Direttore generale di Enel, ha commentato:

«Il piano che presentiamo oggi evidenzia il successo del modello di business sostenibile e integrato che abbiamo adottato fin dal 2015 per cogliere le opportunità nel settore energetico legate ai trend globali della decarbonizzazione e dell’elettrificazione. Grazie a questo approccio, Enel è oggi una azienda più sostenibile, efficiente e remunerativa, con un profilo di rischio significativamente minore e una maggiore capacità di adattarsi rapidamente ai cambiamenti.

Il nostro nuovo piano prevede maggiori investimenti rispetto a quello precedente, finalizzati direttamente al perseguimento degli Obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

Enel intende accelerare la decarbonizzazione del proprio mix di generazione, attraverso significativi investimenti nella crescita delle rinnovabili, riducendo progressivamente la generazione da fonti termoelettriche. Nel percorso verso la completa decarbonizzazione entro il 2050, la nostra robusta pipeline di progetti rinnovabili garantisce visibilità ben oltre il periodo di piano.

La solidità di questo piano strategico e la significativa visibilità sui risultati ci consentono di confermare il target di utile netto ordinario di Gruppo per il 2020 e di aumentare quello del 2021 rispetto al piano precedente, oltre a fissare nuovi incrementi nei target dell’EBITDA e dell’utile netto ordinario per il 2022. Analogamente, possiamo confermare la nostra politica triennale sul dividendo minimo per azione, rivedendone al rialzo i target del 2020 e 2021 rispetto al piano dell’anno scorso e fissando un nuovo dividendo minimo per azione in aumento a 40 centesimi di euro per il 2022.»

Enel e Open Fiber

L’AD Starace parlando di Open Fiber ne evidenzia le dimensioni ed anche la considerazione: è arrivata ad essere una società imponente, non più solo una start-up; dunque è una società di spicco in Italia da non vendere in fretta:”servono approfondimenti“.

 

Puoi leggere anche:

730 2020 al 30 settembre: slittano anche i rimborsi

Bonus smart TV e decoder 2019-2022: dal 18 dicembre

Bando di concorso 510 funzionari Agenzia delle Entrate

Ristrutturazione impianto elettrico condominiale: bonus!

Asili nido gratis dal 2020:così Roberto Gualtieri anticipa

Agevolazioni fiscali disabili 2019 Agenzia delle Entrate

Dispositivo anti abbandono seggiolino in auto: la norma

Corrispettivi elettronici 2020: chi è obbligato, esonero

Nuova Imu 2020 in manovra comprende Tasi: 10,6‰➧0

Forfettario 2020 in Manovra regime anti elusione fiscale

Roadmap Tv 4.0: milioni di tv da buttare ma c’è il bonus

Lavori su edifici senza sconto in fattura nel 2020?

Nuova Isee nucleo familiare e durata Isee corrente

Proroga stabilizzazione lavoratori LSU LPU Calabria

Legge di Bilancio 2020: Bonus bebè Mamma Asilo nido

Bonus Bebè 2019: chiarimenti su requisiti e pagamento

Novità 2019 su Bonus bebè Pannolini e Latte in polvere

Premio alla nascita 2019: 800€ di Bonus per la Mamma

Chiarimenti per le DSU presentate da gennaio 2020

Prestazioni a sostegno del reddito a senza fissa dimora

Spese asilo nido veterinarie e funebri detraibili: le FAQ

↪️ Altre  notizie di economia nella pagina dedicata del sito.

DI SANTE Paolo

Per favore supportaci e metti mi piace!!

Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Avatar
Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".