Flat Tax 2020 15% regime forfettario

Flat Tax 2020 15%: regime analitico o forfettario?

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Flat Tax 2020 15%: regime analitico o regime forfettario? Significato e differenze

 

Roma, lì 23 ottobre 2019 – Caos sulla Flat Tax 2020 al 15%, il regime sarà analitico o forfettario? Cosa cambia?

 


Nottate in bianco per gli esponenti di vertice del Governo Conte bis per arrivare a degli accordi condivisi tra le quattro anime che lo compongono. Movimento 5 Stelle, Partito Democratico, Italia Viva e Liberi e Uguali stanno cercando di fare quadrare i conti ed allo stesso tempo di spartirsi le paternità delle misure adottate. Nonostante arrivino conferme sulla volontà di mandare avanti l’attuale azione di Governo, non si fermano i proclami per soddisfare il proprio elettorato; dunque, la platea rimane confusa su alcune misure ed in particolare della Flat Tax 2020 al 15%. Ci sarà il regime analitico od il regime forfettario? Quali sono i dettagli ancora da definire?


[adrotate banner=”37″]

Regime analitico o regime forfettario per flat tax 2020 al 15%

Innanzitutto bisogna avere ben presente il tetto massimo della Flat Tax 2020 al 15% fissato a 65.000€, che sembra accontentare tutte le parti; dunque, al momento, non ci sono misure particolarmente vantaggiose per imprese e professionisti tra i 65 mila euro ed i 100 mila euro. Poi è opportuno capire le differenze tra una Flat Tax con impostazione tipo “minimi” e quella “forfettaria“.

Flat Tax 2020 al 15%: regime analitico

La Flat Tax con regime analitico, che si avvicina all’impostazione dei “minimi“, prevede la conservazione della documentazione archiviata in maniera sistematica; inoltre, prevede un utile di riferimento derivato dalla differenza tra voci di ricavo e quelle di costo; dunque, sull’utile si applica l’aliquota Flat Tax prefissata al 15% per il 2020. Il sistema dei “minimi” prevede una esenzione Iva, poiché non addebitano l’imposta a titolo di rivalsa e non hanno diritto alla detrazione dell’Iva assolta o dovuta “a monte”; non sono, inoltre, soggetti ad Irap.

Prevedendo una movimentazione di documentazione non è da escludere che si possa arrivare ad imporre l’emissione di fatture elettroniche; infatti questo è un tema dibattuto ma non ancora concluso definitivamente. Al fine di contrastare l‘evasione fiscale è centrale anche la volontà o meno di obbligare il titolare di P.IVA a dotarsi di un conto corrente bancario dedicato all’attività.

Flat Tax 2020 al 15%: regime forfettario

La Flat Tax con regime forfettario prevede un utile derivante dall’applicazione di un coefficiente sui ricavi percepiti e, successivamente, l’applicazione della Flat Tax 15%.

Il regime forfetario, ad oggi, non prevede l’addebito dell’Iva in fattura ai propri clienti e neanche la detrazione sugli acquisti, naturalmente vengono meno anche gli obblighi collegati; inoltre, chi applica il regime forfetario non ha l’obbligo di registrare i corrispettivi, le fatture emesse e ricevute. Altre semplificazioni ai fini delle imposte sul reddito:

  • esonerati dagli obblighi di registrazione e tenuta delle scritture contabili, fermo restando l’obbligo di tenere e conservare i registri previsti da disposizioni diverse da quelle tributarie;
  • mancata applicazione degli studi di settore e i parametri, sebbene siano tenuti a fornire, nella dichiarazione dei redditi, alcune informazioni relative all’attività svolta (oggi indici sintetici);
  • non operano le ritenute alla fonte, pur essendo obbligati a indicare in dichiarazione il codice fiscale del soggetto a cui sono stati corrisposti emolumenti; non subiscono le ritenute, in ragione dell’esiguità della misura dell’imposta sostitutiva.

Invece, i contribuenti che attualmente applicano il regime forfetario hanno l’obbligo di:

  • numerare e conservazione delle fatture di acquisto e le bollette doganali;
  • certificare i corrispettivi;
  • integrare le fatture per le operazioni di cui risultano debitori di imposta con l’indicazione dell’aliquota e della relativa imposta, da versare entro il giorno 16 del mese successivo a quello di effettuazione delle operazioni, senza diritto alla detrazione dell’imposta relativa.

Documento programmatico Bilancio 2020 inviato in Europa

Come riportato testualmente:

“Vengono rivisti i parametri del “regime dei minimi” con limiti di spese personale 20.000 euro, limite beni strumentali 20.000 euro, regime analitico determinazione reddito, regime premiale fatturazione elettronica, esclusione se reddito>30.000 euro”.

Tra le varie proposte per la Flat Tax 2020 c’è il prelievo del 5% anziché del 15% per le start-up.

Ma, soprattutto dalla gamba del Governo Movimento 5 Stelle, arrivano rassicurazioni per una base di calcolo in stile “forfettario“. All’interno di un contesto caratterizzato da annunci in stile campagna elettorale, per cercare di rafforzare il legame col proprio pubblico votante e per attirare elettorato altrui, non resta che attendere.

Puoi leggere anche:

Proroga stabilizzazione lavoratori LSU LPU Calabria

Spettro recessione mondiale – dazi USA – Brexit

Produzione olio extravergine 2019: anno boom Puglia

Conto Sorgenia in criptovaluta, apre alla blockchain

Dazi USA: -90% vendite del Parmigiano, Grana, Bufala

Manovra 2020: DEF 29 miliardi – Deficit 2,2%

Voucher Innovation Manager MiSE 2019: decreto | FAQ

Web Tax Globale 2020 nuova tassazione multinazionali

Manovra economica 2020 espansiva con flessibilità

Indici Sintetici Affidabilità: cosa sono? a cosa servono?

Svolta ecologica Amazon 100mila veicoli elettrici Rivian

Facebook compra startup che controlla pc con pensiero

Juventus: esercizio 2018/2019 con 40 milioni di perdita

Terna e FCA insieme per la mobilità elettrica

Facebook e Luxottica occhiali a realtà aumentata smart

Coca Cola compra acque Lurisia

Eventi di educazione finanziaria (Edufin) da ottobre

Governo federale tedesco contrario a Libra Facebook

Mise annuncia agevolazioni grandi progetti di R&S

Criptovaluta Libra un rischio per sistema dei pagamenti

Si saprà il nome di chi effettuerà operazioni bancarie

Fibonacci: successione aurea e matematica moderna

Brahmagupta è il matematico che introdusse lo zero

Bitcoin: possibile boom nel 2020?

 

↪️ Altre  notizie di economia nella pagina dedicata del sito.

Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".