Smart working regione Lazio

Smart working regione Lazio contributi a P.Iva e comuni

         
Iscriviti al Feed di Webmagazine24.it intopic.it feedelissimo.com Segnala a Zazoom - Blog Directory
 

Contributi Smart working: milioni di € a Partite Iva e piccoli comuni della regione Lazio

Roma, lì 22 marzo 2020 – Smart working agevolato dalla regione Lazio: contributi in arrivo a P.Iva e piccoli comuni.


Intervento di Claudio Di Berardino e Paolo Orneli sullo smart working nella regione Lazio; arrivano risorse a micro-imprese, anche titolari di partita iva con 1 solo dipendente. La regione Lazio apre anche alle agevolazioni ai piccoli comuni.






Contributi P.Iva Smart working regione Lazio

Gli assessori della regione Lazio Claudio Di Berardino (Lavoro e nuovi diritti) e Paolo Orneli (Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Ricerca, Start-up e Innovazione):

( Beneficiari contributi Smart working regione Lazio )

“I contributi per lo smart working da oggi sono disponibili anche per le microimprese e partite Iva con un solo dipendente. Abbiamo infatti deciso di estendere a tutte le realtà produttive l’avviso pubblico con cui abbiamo destinato 2 milioni di euro per l’avvio di piani aziendali di Smart Working. La decisione è stata presa all’esito di richieste che abbiamo ricevuto dalle parti sociali e di valutazioni che abbiamo fatto assieme a loro e nell’ottica di andare incontro il più possibile alle esigenze delle attività produttive e dei lavoratori.

( Spese agevolate )

In questo momento legato all’emergenza sanitaria e alle sempre maggiori restrizioni sulla mobilità delle persone, aiutiamo le realtà economiche, anche le più piccole, a proseguire il loro lavoro e permettiamo ai lavoratori di rimanere a casa, continuando a svolgere le loro attività e, nel contempo, rispondere alle proprie esigenze familiari. Le risorse per aziende e per titolari di partita Iva possono essere utilizzate per l’acquisto di hardware, software, consulenze o corsi di formazione.

( Valore contributi alle Parite Iva per lo Smart working nella regione Lazio )

Il valore del contributo che può essere richiesto varia in relazione al numero totale di dipendenti e delle sedi operative e unità produttive localizzate sul territorio della Regione Lazio e va da un minimo di 2.000 euro fino a un massimo di 22.500 euro per le aziende con oltre 30 dipendenti. L’avviso è aperto, a sportello e le domande potranno essere presentate esclusivamente attraverso la procedura telematica accessibile dal sito http://www.regione.lazio.it/sigem.”

 

Contributi piccoli comuni Smart working regione Lazio

L’assessore al lavoro e nuovi diritto Claudio Di Berardino:

( Beneficiari contributi Smart working regione Lazio )

“Abbiamo pubblicato un nuovo bando per promuovere il lavoro agile. Dopo quello dedicato alle imprese, questa volta il bando è riservato ai piccoli comuni della Regione Lazio affinché, in questo momento di difficoltà, possano coniugare l’esigenza di proseguire l’attività amministrativa, continuare a offrire servizi ai cittadini e tutelare la salute dei dipendenti pubblici e della stessa popolazione.

( Valore contributi ai piccoli comuni per lo Smart working nella regione Lazio )

Il bando, coperto da un finanziamento di 2 milioni di euro, prevede contributi fino a 7.500 euro per ogni comune con una popolazione fino a 5 mila abitanti.

( Spese agevolate )

Le risorse potranno essere utilizzate per l’acquisto di servizi di supporto organizzativo e formativo – anche a distanza- finalizzato all’ottimizzazione delle prestazioni dei dipendenti, per la valorizzazione dei risultati, il monitoraggio delle attività lavorative o lo sviluppo di competenze informatiche. Potranno inoltre essere acquisiti strumenti hardware e software da dare in dotazione al personale. L’obiettivo è aiutare le amministrazioni più piccole a recuperare l’eventuale gap informatico e a dotarsi di tutte le dotazioni necessarie per affrontare al meglio questa situazione di criticità e per continuare a tenere i rapporti con tutti i cittadini e le realtà economiche e sociali del territorio.

A partire da oggi e fino al 20 aprile i comuni possono inviare una manifestazione di interesse alla posta elettronica certificata formazione@regione.lazio.legalmail.it.

Dal momento in cui è cominciata l’emergenza sanitaria, ci siamo subito attivati per offrire il supporto necessario per sostenere il mondo del lavoro. Quello dello smart working è una delle tante risposte che stiamo mettendo in campo e che permette l’attivazione di una nuova organizzazione delle attività lavorative, una modalità che potrà continuare a essere utile anche in futuro, terminata l’emergenza sanitaria”.

 

Mentre il Vice presidente della Regione Lazio, Daniele Leodori ha dichiarato:

“In questo momento di emergenza le Amministrazioni locali rappresentano ancora di più uno straordinario punto di riferimento per ci cittadini ai quali dobbiamo continuare a erogare servizi essenziali. Per questo la Regione ha messo in campo 2 milioni di euro di risorse destinate ai 250 Comuni del Lazio, quelli di sotto dei 5mila abitanti, che potranno destinare per i dipendenti e il lavoro agile, così come per acquistare strumenti informatici utili a sostenere il lavoro prezioso dei dipendenti del proprio municipio”.

Sintesi contributi piccoli comuni regione Lazio per Smart workin

2 milioni di euro per incentivare lo smart working nei piccoli comuni della regione Lazio; il bando prevede, dunque:

  • contributi fino a 7.500 euro
  • per ogni comune con una popolazione fino a 5 mila abitanti.

Domanda di manifestazione interesse

I comuni interessati possono inviare la domanda:

 

DI SANTE Paolo

Speciale Coronavirus Covid-19:

Discorso Conte nuove restrizioni attività non necessarie

Ordinanza ministero salute 20 marzo 2020 parchi chiusi

Poste Italiane pensioni aprile 2020 coi turni uffici postali

Studio del farmaco Tocilizumab per trattamento pazienti Covid19

Ammortizzatori sociali e sostegno del lavoro nel DL 18 – Testo originale integrale Titolo2 DL 18 17/03/20

Aiuto soggetti impegnati nella emergenza sanitaria DL18 – Testo originale integrale Titolo1 DL 18 17/03/20

Come sospendere il mutuo prima casa dopo Covid19

Nuovo modello di autodichiarazione 17 marzo 2020

Decreto 16 marzo 2020 salva economia Consiglio Ministri 37

Protocollo misure di contrasto Covid-19 ambienti lavoro

Proroga scadenze fiscali 16 marzo 2020 di Gualtieri

Elenco negozi aperti dopo Dpcm 11 marzo 2020

Consiglio dei Ministri 36: Governo si indebita per sanità

Restiamo a casa di Giuliano Sangiorgi: hot topics

Nuovo test rapido Coronavirus entro fine Marzo

Modulo autocertificazione per viaggiare dpcm 09 marzo 2020

Autodichiarazione spostamenti in Italia con coronavirus DPCM 08 marzo 2020

DPCM 08 marzo 2020 Misure urgenti anti Covid-19

Implicazioni crisi da epidemia sulla politica economica

Risposta UE all’Italia per spese Covid19 bilancio 2020

Effetti Covid19 produzione industriale 1 bimestre 2020

California dichiara lo stato di emergenza per Covid-19

Decreto legge 9 2 marzo 2020: misure 730 anti covid

Vinitaly 2020 rinviato a giugno: 54° edizione vs covid19

Vinitaly 2020 Verona 19 aprile – 22 aprile 54° edizione

Stop ai pagamenti di bollette luce, gas, acqua

News Coronavirus Italia 29 02 2020: accordo coi social

Forze Armate e Coronavirus: misure precauzionali

Consigli DOG per contrastare Coronavirus covid-19

Situazione Coronavirus (covid-19) 28 febbraio 2020

Ministro Roberto Gualtieri sul Coronavirus e le imprese

Gualtieri sospende i versamenti al 31 marzo 2020

↪️ Altre  notizie di economia nella pagina dedicata del sito.

Torna alla Home Page

Autore dell'articolo: Paolo Di Sante

Ogni giorno genitori danno tutto per la famiglia, lavoratori si sacrificano per lo stipendio, disoccupati cercano lavoro, imprenditori e professionisti cercano di mandare avanti l'attività. E poi c'è l'Italia, un paese intasato di burocrazia e norme che sembrano remare contro chi si alza la mattina per affrontare la giornata. Tutto ciò ha mosso in me la voglia di pubblicare studi, ricerche ed appunti che sono frutto di oltre un ventennio di lavoro: adempimenti fiscali, civilistici ed amministrativi; servizi alle aziende ed alle persone in campo amministrativo e finanziario. Credo che la diffusione delle informazioni porti equità sociale. Il mio motto preferito: "l'unione fà la forza".